Giovedì, 16 Settembre 2021

Siria, le bombe contro gli ospedali non sono errori: "Attacchi premeditati"

Oltre 800 gli operatori sanitari uccisi dal marzo del 2011. E nel 2016 gli attacchi contro le strutture mediche sono aumentate

Più di ottocento operatori sanitari - 814 per la precisione - sono stati uccisi dall'inizio della guerra in Siria nel marzo 2011, con un netto aumento degli attacchi contro le strutture mediche da parte delle forze governative e la loro alleata Russia. E' quanto evidenziano nuove stime pubblicate oggi.

"Il 2016 è stato finora l'anno più pericoloso per i professionisti sanitari in Siria e gli attacchi proseguono", ha sottolineato il dottor Samer Jabbour dell'Università americana di Beirut, uno degli autori dello studio pubblicato dalla rivista medica britannica Lancet.

Lo studio realizzato da un gruppo di ricercatori, compresi i membri della Società medica siriano-americana, riprende dati provenienti da varie fonti. Secondo lo studio, "il governo siriano e la Russia hanno preso come obiettivo in modo sistematico le strutture sanitarie".

"Utilizzata su una scala senza precedenti dal governo siriano e dai suoi alleati", questa strategia si è tradotta in "centinaia di operatori uccisi, centinaia di altri incarcerati o torturati e centinaia di strutture sanitarie deliberatamente e sistematicamente attaccate".

Il numero di attacchi contro le strutture sanitarie è andato progressivamente aumentando, dai 91 del 2012 ai 199 del 2016, il 94 per cento dei quali è stato effettuato "dal governo siriano e dai suoi alleati, Russia compresa". Tra gli esempi, lo studio cita i casi dell'ospedale Kafr Zita Cave ad Hama, che è stato bombardato 33 volte dal 2014, sei volte dall'inizio di quest'anno e quello dell'ospedale sotterraneo M10 situato nella parte orientale di Aleppo, attaccato 19 volte nello spazio di tre anni prima di essere completamente distrutto a ottobre.

Fonte: The Lancet →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siria, le bombe contro gli ospedali non sono errori: "Attacchi premeditati"

Today è in caricamento