Sabato, 12 Giugno 2021
Che pasticcio / Pavia

Le dosi di vaccino con le siringhe sbagliate

È successo a Pavia. Sono state utilizzate le scorte in magazzino per le vaccinazioni che avvengono al Policlinico San Matteo e all'ospedale di Voghera

Sono state 189 le persone vaccinate ieri contro il coronavirus a Pavia, dove con i kit acquistati e inviati dal commissario straordinario Arcuri sono arrivate un migliaio di siringhe sbagliate, da cinque millilitri anziché da uno. Si tratta di siringhe non adatte alla preparazione delle dosi dell'ormai celebre siero della Pfizer/BioNtech. Ogni fiala della Pfizer contiene infatti sei dosi di vaccino anti covid: quando viene scongelata dal frigo a -70/80 gradi di temperatura, la soluzione deve essere diluita. Una volta "ricostituito", ogni flaconcino contiene sei dosi da 0,3 millilitri. Per praticità, dunque, si dovrebbe utilizzare una comunissima siringa da un millilitro, dove sono indicate le tacchette e si può agilmente arrivare al livello di 0,3. 

Lo riporta la Provincia Pavese spiegando che comunque sono state utilizzate le scorte in magazzino per le vaccinazioni che avvengono al Policlinico San Matteo e all'ospedale di Voghera. Resta da vedere ora se le siringhe sbagliate devono essere restituite o possono essere utilizzate per altro.

I vaccini in Lombardia

Intanto in Lombardia è entrata nel vivo la campagna vaccinale. Nella giornata di lunedì 4 gennaio, in regione sono stati effettuati più di 6mila vaccini anti covid, in quello che è stato il primo giorno ufficiale della campagna di vaccinazioni contro il coronavirus. Dopo l'avvio simbolico del 27 dicembre, già passato alla storia come il V-day, la Lombardia è stata infatti tra le ultime regioni d'Italia a partire con la somministrazione dei sieri Pfizer ai propri cittadini. Domenica erano esplose le polemiche e l'assessore al welfare, Giulio Gallera, si era difeso spiegando che molti medici erano in ferie e che il via definitivo alla campagna vaccinale sarebbe arrivato proprio il 4 gennaio, con 10mila dosi somministrate ogni giorno. Nelle ultime 24 ore l'obiettivo massimo non è stato raggiunto, ma si è andati poco oltre la metà. "Il dato complessivo - ha fatto sapere la regione lunedì sera - sale quindi, in totale, a quasi diecimila somministrazioni dall’inizio della campagna superando la soglia del 10% rispetto alle dosi attualmente in dotazione". 

Fonte: La Provincia Pavese →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le dosi di vaccino con le siringhe sbagliate

Today è in caricamento