rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021

Regione Lazio, scandalo infinito: soldi pubblici per viaggi in Porsche e alberghi di lusso

L’avviso di conclusione indagine è stato notificato ieri dai magistrati di Roma agli indagati. E' infinita la lista delle spese dei consiglieri della Regione Lazio quand'era presidente Renata Polverini

Fiorenza Sarzanini sul Corriere della Sera racconta delle nuove accuse al cosiddetto "sistema Lazio".

Quattro politici che rischiano il processo e vanno ad aggiungersi a Fiorito e all’ex presidente del consiglio Abruzzese: sono accusati di aver usato soldi pubblici per feste, viaggi in Porsche e alberghi di lusso. L’avviso di conclusione indagine è stato notificato ieri dai magistrati di Roma agli indagati.

E' infinita la lista delle spese dei consiglieri della Regione Lazio quand'era presidente Renata Polverini.

Iniziamo: Stefano Galetto, Pdl, riuscì nell'impresa di finanziare con i soldi pubblici il suo circolo del rugby. La collega Lidia Nobili ha giustificato con false fatture gli acquisti, le cene e tutti gli eventi mondani organizzati a Rieti, la sua città natale.

Ma c'è anche il Pd. Esterino Montino, ex capogruppo in Regione e ora sindaco di Fiumicino, e Enzo Foschi, capo della segreteria del sindaco di Roma Ignazio Marino, sono accusati di peculato insieme a Mario Perilli, ex vicepresidente della Regione e al consigliere Giuseppe Parroncini.

Sono state analizzate le spese superiori ai 5.000 euro:

Di truffa risponde anche Lidia Nobili, che chiese il rimborso per i viaggi in Porsche tra Roma e Rieti e adesso deve giustificare «nove fatture per un totale di 139 mila euro, risultate in parte false. Si tratta di documentazione emessa dalla Lallaria srl in ragione di un’attività di intermediazione mai espletata e nella maggior parte dei casi con la causale “la Regione incontra Rieti” mentre in realtà erano eventi per pubblicizzare la sua candidatura alle comunali di Rieti».

E poi c'è Romolo Del Balzo che si è fatto erogare quasi 40 mila euro senza neanche presentare fatture ma "generiche richieste di rimborso per spese anticipate e in realtà false perché di valore notevolmente inferiore alla documentazione contabile prodotta".

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione Lazio, scandalo infinito: soldi pubblici per viaggi in Porsche e alberghi di lusso

Today è in caricamento