Giovedì, 26 Novembre 2020

Soldato Usa affiliato a un gruppo neonazi preparava un attentato contro la sua stessa unità

Ethan Melzer è accusato di essere affiliato all'organizzazione satanista e neonazista O9A e di aver fornito informazioni utili per orchestrare un attentato terroristico. Rischia l'ergastolo

foto di repertorio Ansa

Un soldato americano è stato accusato di aver pianificato un attentato contro la sua stessa unità, inviando informazioni riservate a una setta satanista e neonazista alla quale era affiliato.  Ethan Melzer, 22enne di Louisville (Kentucky) ora rischia l'ergastolo.

Melzer, parà della 173esima Brigata di stanza a Vicenza, risulterebbe affiliato dal 2019 alla setta O9A, sigla che sta per Ordine dei Nove Angoli. Il giovane è stato arrestato lo scorso 10 giugno, dopo essere stato fermato il 30 maggio nella caserma di Ederle di Vicenza, come riportano numerosi quotidiani italiani.  

Secondo quanto ricostruito dall'Fbi, Melzer avrebbe divulgato informazioni riservate sulla sua unità alla setta, come parte di un complotto per organizzare un attentato terroristico destinato a causare "la morte di quanti più suoi colleghi in servizio possibile", secondo l'accusa, come riporta il Washington Post. Melzer avrebbe condiviso con i membri della O9A dettagli sulla posizione, i movimenti e la sicurezza della sua unità. Informazioni "potenzialmente letali", dice il procuratore Audrey Strauss in una nota, che avrebbero dovuto essere trasmesse "a terroristi jihadisti". Melzer, definito come "nemico interno", sarebbe stato mosso "da razzismo e dall'odio", aggiunge Strauss.

Il piano di Melzer avrebbe preso forma ad aprile, dopo che il soldato era venuto a sapere che la sua unità stava per essere trasferita in un'altra base straniera. Secondo i pubblici ministeri, una volta saputo del trasferimento, Menzel avrebbe utilizzato un'applicazione crittografata per inviare messaggi ai membri di O9A, nei quali il soldato avrebbe rivelato dettagli sensibili su posizione e equipaggiamento, promettendo di inviare ulteriori informazioni una volta arrivato nella nuova base, allo scopo di "facilitare un attacco alla sua unità".

Le autorità hanno affermato che Melzer ha ammesso di aver pianificato l'assalto a una base americana non indentificata e di essere un "traditore degli Stati Uniti", la cui condotta sarebbe "equivalente al tradimento".

Alla O9A vengono attribuiti diversi atti di violenza. Secondo l'Fbi, la setta promuove "convinzioni violente, neonazista, antisemite e sataniche". I suoi seguaci hanno espresso ammirazione per Adolf Hitler e per terroristi islamici come Osama bin Laden, secondo i procuratori federali. Hope and Hate un'organizzazione contro l'odio nel Regno Unito, sostiene che O9A incoraggi "i proprio seguaci a compiere atti proibiti e illegali, tra cui violenza estrema, aggressioni sessuali, omicidi e sacrifici umani".

Come scrive Allyson Chiu sul Washington Post, le accuse contro Melzer rischiano di rinnovare le preoccupazione relative alle influenze nazionaliste ed estremiste bianche all'interno dell'esercito degli Stati Uniti, proprio nel momento in cui si registra un aumento della violenza legata a movimento di estrema destra.  

Fonte: Washington Post →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soldato Usa affiliato a un gruppo neonazi preparava un attentato contro la sua stessa unità

Today è in caricamento