Domenica, 16 Maggio 2021

Sondaggi politici: Meloni sopra il Pd e nessuna differenza tra Draghi e Conte

I sondaggi politici di Emg e Ipsos illustrati durante Cartabianca e DiMartedì raccontano che Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni è stabilmente sopra il Partito Democratico orfano di Zingaretti mentre il 55% non vede differenze tra Draghi e Conte nella gestione dell'emergenza

I sondaggi politici Emg e Ipsos più rrecenti illustrati a Cartabianca e DiMartedì raccontano che Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni consolida la sua posizione sopra il Partito Democratico orfano del segretario Nicola Zingaretti e in procinto di scegliere tra Stefano Bonaccini ed Enrico Letta per la segreteria mentre i cittadini faticano a vedere differenze tra i governi di Mario Draghi e Giuseppe Conte nella gestione dell'emergenza coronavirus. 

Sondaggi politici oggi: Meloni sopra il Pd e nessuna differenza tra Draghi e Conte

Nei sondaggi politici di Emg per Cartabianca di Bianca Berlinguer oggi Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni è sopra il Partito Democratico, scavalcato la settimana scorsa anche dal MoVimento 5 Stelle per l'effetto Conte, mentre la Lega rimane il primo partito ma è in difficoltà (proprio per l'offensiva dell'alleato e per l'appoggio al governo Draghi): il Carroccio è al 22,5% e perde uno 0,4% rispetto alla settimana precedente. Il secondo partito nei sondaggi politici di Cartabianca è il MoVimento 5 Stelle, che guadagna uno 0,2% ed è al 21,4% mentre Fratelli d'Italia con un balzo dello 0,6% approda al 16,4% lasciando il Pd al 14% a perdere quasi mezzo punto percentuale. Mentre la percentuale di indecisi e di chi non vuole votare è al 41,3%, gli altri partiti inseguono abbastanza staccati: Forza Italia è al 6,8% (+0,2%), Italia Viva al 4,3% (-0,1%), Azione al 3,2% (-0,2%) ed Europa Verde e Più Europa sono all'1,8% (-0,2%). Insegue Sinistra Italiana, che guadagna lo 0,2% all'1,7% e Liberi e Uguali che è all'1,6%. Chiude la graduatoria Cambiamo! di Giovanni Toti con l'1,3% (-0,1%). 

sondaggi politici oggi 10 marzo cartabianca fratelli d'italia pd-2

C'è da segnalare che anche i sondaggi politici di Swg per Enrico Mentana e il Tg di La7 l'altroieri avevano celebrato il sorpasso di Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni nei confronti del Pd: il partito erede di Alleanza Nazionale era accreditato del 16,8% mentre i Dem erano al 16,6%, in caduta dell'1,6% dopo le dimissioni di Zingaretti. In quella rilevazione il primo partito era ancora la Lega con il 23,5% (+0,1%) mentre il MoVimento 5 Stelle era secondo con il 17,2%, in crescita dell'1,4%. Per quanto riguarda gli altri partiti, secondo Swg Forza Italia è al 7% Sinistra Italiana al 3%, Italia Viva al 2,5% (in calo dello 0,3%) e Più Europa al 2,3%. Chiudono la classifica i Verdi e Mdp con il 2,1%. I sondaggi politici di Index Research per Piazzapulita della settimana scorsa invece disegnavano una situazione differente, con  la Lega in calo dello 0,1% ma che rimaneva primo partito con il 23,4% delle preferenze del campione, mentre il Partito Democratico guadagnaca uno 0,1% e saliva al 19,1%. Fratelli d'Italia occupava il terzo posto nelle preferenze degli italiani ma perdendo lo 0,3% (16,5%) mentre il MoVimento 5 Stelle guadagnava la stessa percentuale persa da Fdi e arrivava al 14,5%. Forza Italia era al 7,1% (-0,2%); stessa percentuale persa da Azione di Carlo Calenda al 4%. La Sinistra era al 3,7%  e Italia Viva al 2,9. 

Zona rossa nel week end e gialla rafforzata a marzo: le modifiche al Dpcm di Draghi per il lockdown nel fine settimana

Sondaggi politici, segretario Pd: Stefano Bonaccini o Enrico Letta?

I sondaggi politici di Ipsos illustrati da Nando Pagnoncelli a DiMartedì di Giovanni Floris si concentrano sull'opinione degli italiani riguardo il cambio di governo, le vaccinazioni e la pandemia. In particolare, alla domanda "Nella gestione della pandemia ci sono differenze tra i governi Draghi e Conte?" la risposta del campione consultato dal sondaggista è illuminante: 

  • per il 55% non ci sono differenze;
  • per il 33% ci sono differenze;
  • il 12% non sa o non risponde. 

È quantomeno significativo che dopo settimane di governo Mario Draghi non sia riuscito a convincere gli italiani della differenza sostanziale tra il suo governo e quello del suo predecessore Giuseppe Conte. Una questione su cui dovrebbe cominciare a riflettere anche la Lega, attualmente azionista di maggioranza di un esecutivo percepito dai cittadini (e dagli elettori) come molto simile a quello precedente. Il campione di Pagnoncelli ha detto la sua anche sul condono fiscale proposto proprio dal Carroccio: "è accettabile solo se si restituisse la stessa quota condonata a chi ha pagato tutto", dice il 35% del campione; è inaccettabile invece per il 27% mentre è giustificato per il 17% (il resto del campione non ha un'opinione).

Poi c'è il capitolo dei furbetti del vaccino: per il 60% la sua categoria non è stata scavalcata da altri nell'immunizzazione, mentre per il 26% sì. Infine, il campione dei sondaggi politici di Ipsos è diviso sulla scuola: va tenuta chiusa per il 44% dei consultati e va invece tenuta aperta per il 42%. Sempre secondo Ipsos Zingaretti ha fatto bene a dimettersi perché doveva dare un segnale forte per il 42% mentre un capitano non abbandona la nave in tempesta per il 33% dei consultati. Per il campione il centrosinistra riuscirebbe a risollevarsi se fosse guidato da Giuseppe Conte ed Enrico Letta (dice sì il 46%) mentre in pochi preferiscono Stefano Bonaccini e Matteo Renzi (12%): attualmente, anche se non c'è nulla di ufficiale, sono proprio Enrico Letta e Stefano Bonaccini i due candidati alla segreteria e alla successione a Zingaretti. Ieri sera Bonaccini, ospite a Cartabianca, non ha chiuso all'ipotesi di Letta segretario del Partito Democratico:  "Che si debba trovare un accordo, magari Ci manca solo che si proroghi questa crisi, che agli occhi del paese sbigottisce e sbalordisce. Non faccio nomi", ma la figura di Enrico Letta, "per l'immagine che ha internazionale e nazionale, è di sicuro molto autorevole". Proprio oggi Letta su Twitter ha parlato della sua candidatura chiedendo 48 ore di tempo prima di prendere una decisione: "Sono grato per la quantità di messaggi di incoraggiamento che sto ricevendo. Ho il #Pd nel cuore e queste sollecitazioni toccano le corde più profonde. Ma questa inattesa accelerazione mi prende davvero alla sprovvista; avrò bisogno di 48 ore per riflettere bene. E poi decidere": 

Sondaggi politici oggi e media settimanale: Fratelli d'Italia scavalca il Pd

La media dei sondaggi politici di Termometro Politico che tocca la settimana dal 1 al 7 marzo e mette a confronto le rilevazioni di sei istituti (Tecné, SWG, Termometro Politico, Ixè, Index, EMG) dice che risalgono Lega e Movimento 5 Stelle. I sondaggi di questa settimana ridimensionano in generale l’avanzata di Fratelli d’Italia, che mediamente rimane lontana dal PD, al 16,9% contro il 19,1%. Le possibilità di avanzata, che sembravano più concrete sette giorni fa, dipenderanno molto dalla popolarità del governo Draghi, cui FdI è all’opposizione. Rimane in testa su posizioni stabili la Lega, mediamente al 23,9%. Mentre resiste sopra il 15% il Movimento 5 Stelle, in attesa che la leadership di Conte risollevi il movimento dai record negativi nelle intenzioni di voto. Forza Italia è al 7,1%, piuttosto stabile. Mentre Azione cresce e andando al 3,7% supera i partiti che facevano parte di LeU, ora divisi, che arrivano al 3,5%. Italia Viva infine è mediamente al 2,7%, sopra +Europa al 2%.

La Supermedia della settimana scorsa elaborata da YouTrend per AGI invece raccontava che la Lega e Fratelli d'Italia erano in crescita di consensi, mentre il Pd era in sofferenza e il M5s stabile. Fra i partiti minori spiccava il rialzo di Azione di Calenda che arrivava a sfiorare il 4%. In dettaglio, il Carroccio risaliva di mezzo punto al 23,5%, aumentando il distacco dal Pd che perde per strada 0,4 punti e scivola al 19,2%. Continua a crescere il partito di Giorgia Meloni che raggiunge il 16,7% (+0,2), realizzando un nuovo record. Stabile al quarto posto M5s con il 14,8%. Complessivamente il centrodestra accresce i consensi di 0,6 punti, portandosi al 49,3%, mentre i 'giallorossi' (Pd-M5s-Leu), lasciano sul terreno 0,7 punti, scivolando al 37,2%. 

  • SUPERMEDIA LISTE Lega 23,5 (+0,5) Pd 19,2 (-0,4) FdI 16,7 (+0,2) M5S 14,8 (=) Forza Italia 8,0 (-0,1) Azione 3,9 (+0,4) Mdp/La Sinistra 3,2 (-0,3) Italia Viva 2,9 (-0,1) +Europa 2,2 (+0,2) Verdi 1,6 (=); 
  • SUPERMEDIA AREE PARLAMENTO Maggioranza Draghi 78,8 (+0,2) di cui: - giallorossi (Pd-M5s-Leu) 37,2 (-0,7) - centrodestra (Lega-FI-Toti) 32,6 (+0,2) - centro liberale 9,0 (+0,5) Opposizione (FdI) 16,7 (+0,2); 
  • SUPERMEDIA COALIZIONI POLITICHE 2018 Centrodestra 49,3 (+0,6) Centrosinistra 28,1 (=) M5s 14,8 (=) Leu 3,2 (-0,2) Altri 4,5 (-0,4)

Sabato 27 febbraio il sondaggio Ipsos per il Corriere della Sera raccontava che Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni era in crescita di 2,2 punti percentuali attestandosi al 17,2% e scavalcando il Movimento 5 stelle che con il 15,4% arretrava di 0,9%, come pure il Pd che si manteneva al secondo posto con il 19%. Lega primo partito stabile al 23%, Forza Italia con il 7,6% arretrava del 2,6%, seguita da Italia Viva con il 2,9% (+0,5%), Azione e +Europa erano appaiati al 2,3%. Nel complesso i tre principali partiti del centrodestra raggiungevano il 47,8% dei consensi, mentre il centrosinistra (escludendo Si) era al 29,8%.

Infine, una nota di colore: nell'e-news settimanale di ieri Matteo Renzi ha parlato dei sondaggi, sostenendo che i risultati dei prossimi mesi saranno molto diversi da quelli di oggi: "I Cinque Stelle hanno organizzato un summit decisivo tra Beppe Grillo e Giuseppe Conte, nella casa al mare del comico genovese per rilanciare l'esperienza pentastellata in stretto raccordo col PD. Auguri a tutti. La mia opinione è che per qualche mese ci sarà ancora da… ballare. Tutto ha iniziato a cambiare, ma molto ancora cambierà. I sondaggi di oggi tra un anno saranno un lontano ricordo per tutti. Per questo sarà fondamentale allenarsi come fosse una maratona, non come fossero i 100 metri".

Fonte: DiMartedì →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondaggi politici: Meloni sopra il Pd e nessuna differenza tra Draghi e Conte

Today è in caricamento