Afghanistan, uccidono il suo husky perché "una donna non può avere un cane"

Ma dietro l'uccisione del piccolo Aseman ci sarebbe altro: Sahba Barazkai, la sua padrona, è una donna ritenuta scomoda per le sue attività e in passato era già stata minacciata

Sahba Barakzai è stata la prima donna in Afghanistan ad aprire un centro sportivo. Da anni insegna karate ai bambini ad Herat e ha creato un club di ciclismo per donne. Un personaggio noto e oggetto di minacce.

Lo scorso venerdì, mentre Barakzai stava facendo una passeggiata nei boschi insieme alla sua famiglia, un gruppo di uomini l'ha avvicinata e ha sparato a bruciapelo al suo cane Aseman, un cucciolo di husky siberiano di appena sette mesi, uccidendolo perché secondo loro "una donna non può avere un can

Sahba Barakzai, una donna scomoda spesso oggetto di minacce

Ma dietro questo gesto potrebbe esserci qualcosa di più: un attacco a lei e alle sua attività. "Non sappiamo ancora bene cosa volessero, ma pensiamo che l'abbiamo fatto per la sua carriera. È stata la prima donna ad avere un proprio centro sportivo e queste cose sono un tabù", ha detto la sorella di Barazkai alla Bbc, ricordando come negli scorsi anni la donna sia stata spesso oggetto di minacce. "I nostri genitori sono molto preoccupati perché la sua vita è in pericolo e lo abbiamo visto con i nostri occhi la scorsa settimana", ha aggiunto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il fatto non è stato denunciato alla polizia, ha ammesso Sahba Barazkai. "Sapevo che tanto non sarebbe successo nulla. Dozzine di persone vengono uccise ogni giorno in questo paese e nessuno si sente responsabile", ha detto all'agenzia di stampa Khaama. La giovane donna ha deciso di chiudere i suoi centri sportivi e lasciare Herat per spostarsi oltre confine, in Iran, dove spera di essere più al sicuro.

Fonte: Bbc →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento