Venerdì, 14 Maggio 2021
Ancora una strage negli Stati Uniti / Stati Uniti d'America

Sparatoria in California: quattro morti. Ucciso un bambino

Una quinta persona è in gravi condizioni. Stessa sorte anche per l'autore della strage. I fatti si sono verificati in un complesso di Orange, vicino Los Angeles

Foto Ansa

Sono quattro, fra cui un bambino, le vittime dell'ennesima sparatoria negli Stati Uniti. I fatti si sono verificati in un complesso di uffici a Orange in California. Il bilancio delle vittime potrebbe aggravarsi visto che una quinta persona è stata trasportata d'urgenza in ospedale. Le sue condizioni sono critiche. Insieme alle vittime, è stato portato in ospedale anche il sospetto autore della sparatoria. L'uomo è rimasto ferito nel corso di un conflitto a fuoco con la polizia. Anche le sue condizioni vengono definite critiche dal personale sanitario. A tracciare un primo bilancio della situazione è stato proprio il dipartimento di Orange nel corso di una conferenza stampa.

La ricostruzione dei fatti 

Secondo quanto ricostruito dal tenente Jennifer Amat, la polizia è intervenuta sul posto e ha ingaggiato un conflitto a fuoco con l'uomo. Al momento non ci sono informazioni specifiche riguardo all'identità del sospetto e delle vittime. Non si conosce nemmeno l'età del bambino rimasto ucciso. Sul posto, gli agenti hanno recuperato l'arma con la quale l'uomo ha cominciato a fare fuoco. Preoccupazione c'è anche per le persone che sono all'interno del complesso di uffici dove si è verificata la strage. All'interno della struttura ci sono importanti uffici come quelli della Farmer's Insurance, Calco Financial e Miller Counseling. Non è ancora chiaro se all'interno degli edifici ci siano altri feriti. Sul posto sono arrivati anche gli agenti dell'Fbi della divisione di Los Angeles. Orange dista, infatti, solo trenta miglia.

I precedenti delle ultime due settimane 

Stando ai dati in possesso del Bureau sono almeno venti le sparatorie di massa avvenute in tutti gli Stati Uniti a partire dalla strage di Atlanta di sole due settimane fa in cui persero la vita otto persone. La triste definizione di sparatoria di massa per l'Fbi è quella che coinvolge almeno quattro o più vittime, escluso chi fa fuoco. “Posso dirti che non abbiamo più avuto un incidente come questo nella città di Orange dal 1997 - ha dichiarato il tenente Amat. - È una tale tragedia per le vittime, le loro famiglie, la nostra comunità e il nostro dipartimento di polizia” ha concluso la poliziotta.

La condanna del mondo politico 

Una dura condanna ai fatti è arrivata immediatamente anche da parte del governatore della California, Gavin Newsom. Il numero uno dello Stato ha definito la strage “orribile e straziante. I nostri cuori sono con le famiglie colpite da questa terribile tragedia stasera”, ha scritto in un tweet. A fargli eco sono stati anche alcuni rappresentati californiani al Congresso come la democratica Katie Porter. “Sono profondamente rattristata dalle notizie di una sparatoria di massa nella contea di Orange, e continuo a tenere nei miei pensieri le vittime e i loro cari mentre proviamo a saperne di più”, ha detto Porter, anche lei in un tweet.

Fonte: CNN.com →

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria in California: quattro morti. Ucciso un bambino

Today è in caricamento