Lunedì, 20 Settembre 2021

Spiaggia fascista a Chioggia, tra immagini del Duce, insulti e comizi: arriva la Digos

Il titolare è tal Gianni Scarpa, 64 anni, da Mirano. Un fascista. "Una vicenda raccapricciante", ha commentato il questore

Foto da La Repubblica

C'è una spiaggia fascista a Chioggia. Francamente surreale, e molto grave, ciò che emerge dall'articolo di Paolo Berizzi su Repubblica.

Immagini del Duce, inni del Ventennio e molto altro. Lo stabilimento "Punta Canna" è pieno di cartelli con immagini di Benito Mussolini, di saluti romani con sotto scritto "Se non ti piace, me ne frego".

Il cartello all'ingresso del parcheggio anticipa ciò che ci si troverà davanti. "Zona antidemocratica e a regime. Non rompete i c...". 

Il titolare è Gianni Scarpa, 64 anni, da Mirano. Un fascista: bandana nera e ufficio straboccante di gadget mussoliniani.

Lui stesso ogni mezz'ora intrattiene gli ospiti dello stabilimento (molto numerosi) con comizi trasmessi dagli altoparlanti, con insulti alla democrazia e attacchi vari a Papa Francesco.

Nell'ordinamento italiano, l'apologia del fascismo è un reato

Questa mattina - dopo la denuncia di "Repubblica" - sulla spiaggia fascista sono arrivati agenti della Digos e della polizia scientifica. inviati dal questore di Venezia, Vito Danilo Gagliardi.

"Una vicenda raccapricciante", ha commentato il questore. "Stiamo raccogliendo tutti gli elementi possibili, anche sulla concessione demaniale ottenuta dal proprietario del lido. Invieremo una denuncia alla magistratura la quale, a sua volta, prenderà i necessari provvedimenti".

Fonte: La Repubblica →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiaggia fascista a Chioggia, tra immagini del Duce, insulti e comizi: arriva la Digos

Today è in caricamento