Domenica, 20 Giugno 2021

Stacchio, il benzinaio che uccise un rapinatore, diventa socio onorario dei cacciatori

"L'Associazione Cacciatori Veneti-Confavi ha voluto, sin da subito, schierarsi al fianco di Graziano Stacchio anche promuovendo una raccolta fondi per la difesa legale di questo esempio di coraggio" si legge in una nota

Il caso aveva fatto discutere e i giornali se ne erano occupati per settimane. Graziano Stacchio, il benzinaio di Nanto (Vicenza) che era intervenuto per sventare una rapina in una vicina gioielleria e con un colpo di fucile aveva ferito un rapinatore poi abbandonato dai complici e morto dissanguato, è stato nominato 'socio onorario' dal Consiglio direttivo dell'Associazione Cacciatori Veneti-Confavi. Il cattivo gusto è evidente, ma non sembrano accorgersene i promotori dell'iniziativa. 

"L'Associazione Cacciatori Veneti-Confavi ha voluto, sin da subito, schierarsi al fianco di Graziano Stacchio anche promuovendo una raccolta fondi per la difesa legale di questo esempio di coraggio - rileva in una nota la Presidente Maria Cristina Caretta -. Oggi la nostra Associazione ha voluto insignirlo di questo importante riconoscimento per aver fornito, in maniera esemplare, un grande esempio di altruismo nel saper mettere in gioco la propria vita per difendere quella di altre persone innocenti. Con questo riconoscimento abbiamo voluto dire un grande Grazie a Graziano Stacchio da parte di tutti gli iscritti all'Associazione Cacciatori Veneti-Confavi"

Fonte: La Tribuna di Treviso →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stacchio, il benzinaio che uccise un rapinatore, diventa socio onorario dei cacciatori

Today è in caricamento