rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021

La stampa estera tifa Monti: per il Financial Times "deve candidarsi"

Quasi unanime nel mondo l'appello della stampa a una ricandidatura di Monti, per esorcizzare il rischio di un'acuirsi della crisi

Dopo l'allarme di ieri, la stampa estera continua a seguire non senza apprensione l'evoluzione della situazione politica italiana. Ma in linea di massima l'orientamento è unanime (e bipartisian). Monti lascia ma Monti dovrebbe ripresentarsi. E chi si espone di più il Financil Times che con un editoriale invita espressamente il professore a candidarsi.

Monti, per l'Ft, ha agito bene accelerando e scegliendo di dimettersi. "In teoria avrebbe potuto chiedere la fiducia" ma in tal modo "avrebbe aumentato l'incertezza politica". Ora deve capitalizzare la sua esperienza. La "parentesi tecnocratica era necessaria per aiutare l'Italia a ritrovare credibilità. Però solo un governo eletto ha la legittimità per realizzare le riforme di cui il paese ha bisogno". Sfortunatamente, per - qui i giudizio dell'Ft si fa netto - non sembrano esserci candidati all'altezza del compito (Monti parte). "La sua presenza tra i candidati al voto darebbe agli elettori maggior scelta e apporterebbe un elemento di qualità estremamente necessario per la politica italiana"

Per la Bbc "con la scelta di lasciare Monti si lascia ogni opzione aperta" mentre il Wall Street Journal scrive in italiano "Ciao Monti" ma lascia intendere di augurarsi che si tratti di un arrivederci e non di un addio. Infatti, aggiunte, "L'Italia ha bisogno di un premier riformista dotato di un mandato chiaro".

Titola invece su Berlusconi Le Monde, e cita le parole dell'ex premier: "Torno alla vita pubblica con tristezza". "Braccata dalla giustizia - commenta le Monde - Berlusconi a 76 anni si candida per la sesta volta alla presidenza del consiglio".

Diversa l'ansia espressa dai quotidiani spagnoli che vedono una stretta relazione tra quanto accade il Italia e il loro paese.
"Il cavaliere fa salire di nuovo il premio di rischio di Italia e Spagna" scrive El Pais, mentre più sfumata è la posizione del conservatore El Mundo. L'attacco di Berlusconi alla Merkel che avrebbe "approfittato della crisi per ridurre i suoi debiti" sotto stotto non dispiace al quotidiano che ipotizza che "il ritorno del cavaliere potrebbe favorire Rajoy".

In Germania, infine, "Berlusconi attacca Monti "guidato dai tedeschi": è il titolo dello Spiegel-online, secondo il quale il leader del Pdl, poco dopo l'annuncio della sua discesa in campo, ha attaccato Monti, sostenendo che il premier si è piegato al 'diktat' tedesco nella sua politica di risanamento.
"In Italia sono attesi mesi turbolenti", ha titolato invece la Welt online, che ha intervistato Benedicta Marzinotto, economista al centro studi Bruegel di Bruxelles e lecturer all'Università di Udine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La stampa estera tifa Monti: per il Financial Times "deve candidarsi"

Today è in caricamento