rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Start, la rassegna di Today

Disastro alluvione, le nuove previsioni e le altre notizie da sapere per iniziare la giornata

Start, la rassegna stampa di Today: edizione di mercoledì 17 maggio 2023

Buongiorno dalla redazione di Today. Ecco Start, le notizie da sapere per iniziare la giornata: è mercoledì 17 maggio 2023.

DISASTRO ALLUVIONE. Due morti nell'ondata di maltempo che ha investito la Romagna con esondazioni, allagamenti e frane: un anziano che viveva a Forlì vicino al fiume Montone, annegato al piano terra della sua abitazione. E un'altra vittima accertata a Ronta di Cesena. Notte di paura nel Ravennate: a Faenza persone sui tetti, soccorsi in elicottero. Anche oggi scuole chiuse da Rimini a Bologna. Stop ai treni. Fiumi in piena che superano i livelli di allarme ed escono dagli argini uno dopo l'altro a catena, coi sindaci che inseguono ora dopo ora l'emergenza con ordinanze di evacuazione per chi non può mettersi in salvo ai piani alti. La portata del Po è sì in ripresa, ma per la piena di un fiume del genere occorrono settimane di pioggia e, come spiegano oggi gli esperti, dovrebbe piovere nella parte di bacino più a monte. Invece a valle, in Emilia Romagna e Marche, si riempiono i corsi d’acqua minori con un alveo ristretto, e lo fanno rapidamente: in 7-8 ore si formano disastri come quello in corso in queste ore.

Le regioni con allerta meteo oggi (rossa, arancione e gialla)

LE PREVISIONI PER OGGI. Allerta rossa oggi in Emilia-Romagna. Arancione in Marche e Toscana. Gialla in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Molise, Puglia, Umbria e Veneto. Anche quella odierna sarà quindi una giornata col fiato sospeso soprattutto nella già flagellata Romagna. Bisogna attendersi piene dei fiumi, inondazioni, frane, ma anche possibili mareggiate che creeranno serie difficoltà di deflusso delle piene in mare. Il tempo comincerà a migliorare dalle ore centrali di oggi con cessazione dei fenomeni nel pomeriggio. Domani la tregua vera: dal cielo dovrebbe smettere, almeno per un po', di cadere acqua.

AUTONOMIA BOCCIATA. Giallo in Senato su uno studio che mette in guardia su criticità della possibile autonomia differenziata, pallino della Lega. Ieri è successo un pasticcio: pubblicata "per errore" una bozza dei tecnici del Senato che certifica come il disegno di legge Calderoli spaccherebbe l'Italia aumentando divari e diseguaglianze tra nord e sud. Preoccupa l'ipoteca che grava sui servizi per i cittadini nelle regioni meno ricche. Il Servizio Bilancio del Senato è composto da tecnici con decenni di esperienza. Lo studio "Il costo dell’Autonomia differenziata" finisce online con un post su Linkedin, e non in un pagina qualsiasi: sul profilo social di Palazzo Madama. A rischio, secondo il testo, i cosiddetti Livelli essenziali delle prestazioni (Lep) in Italia, dal funzionamento della pubblica amministrazione ai servizi da erogare ai cittadini, se si procederà in tal senso. 

MIGRANTI, IL PIANO PER L'ESTATE. Macron lancia il disgelo con Roma dopo le svariate offensive di Parigi sul tema migranti. Valerio Valenti, commissario per l'emergenza, illustra a grandi linee in un'intervista a Repubblica il piano del governo Meloni per i prossimi mesi: hotspot di Lampedusa affidato alla Croce rossa, 1.000 posti di primissima accoglienza in Sicilia e Calabria anche in beni confiscati alle mafie, aree di trattenimento già negli hotspot per rimpatriare con procedure più rapide chi arriva da Paesi ritenuti sicuri come Tunisia o Costa d'Avorio. Difficile però parlare di svolta: a Lampedusa, ad esempio, non verrà ampliata la capienza ma verranno ripristinate "condizioni dignitose" (ma con centinaia di arrivi al giorno sarebbe quasi impossibile) e garantiti trasferimenti nel giro di 72 ore con un "sistema integrato" di navi e aerei. Al punto che serve fare appello (come sempre) al Terzo settore e alla sua esperienza per gestire l'accoglienza, con la promessa di diminuire gli obblighi per i gestori: ad esempio, potrebbe non essere più richiesto un medico fisso.

LA GUERRA DEI MISSILI. L'aeronautica militare ucraina ieri ha affermato di aver intercettato sei missili ultrasonici Kinzhal, lanciati dalla Russia. La notizia dell'abbattimento è stata poi smentita da Mosca. Occorre fare un sunto, perché siamo davanti alla prima sfida tra missili di ultima generazione, un duello di tecnologie e tattiche inedito. Da un lato lo scudo dei Patriot, forniti dagli usa a Kiev. Dall'altro i Kinzhal, gli ordigni ipersonici di progettazione russa. Mosca ha messo in campo un'operazione per distruggere simbolicamente almeno una delle batterie di Patriot. Così ha sincronizzato l'attacco di uno sciame di ordigni per saturare la contraerea (una mossa da decine di milioni di euro, non replicabile frequentemente). Non ci sono certezze sui risultati. Dopo ore di dubbi, la Cnn ha riportato la dichiarazione di un anonimo ufficiale statunitense: una postazione dei Patriot sarebbe stata colpita, ma non distrutta. L'unica certezza è che Mosca farà di tutto per fermare la controffensiva ucraina che sta per iniziare.

Vi segnalo inoltre, in breve:

- Cosa fare in caso di alluvione per non rischiare la vita. A volte bisogna decidere in pochi minuti. Questo video pubblicato sui canali istituzionali della regione Emilia-Romagna è chiaro e utile:

- Fa discutere un tweet di Matteo Salvini (poi eliminato dall'autore) che sembra mettere sullo stesso piano un'alluvione e una partita di pallone. Certo non parole "all'altezza" di un ministro dei trasporti in un frangente drammatico.

Tweet Salvini

- Due commissari già individuati, in quota FdI per Inps e in quota Lega per Inail, veri e propri presidenti "in pectore": Mauro Nori, attuale capo di gabinetto della ministra del Lavoro Calderone, e Francesco Paolo Capone, segretario del sindacato Ugl.

- Via libera della Camera (dopo la fiducia incassata lunedì) al decreto che definisce l'assetto della società Stretto di Messina Spa (SDM) e che riavvia le attività di programmazione e progettazione del ponte sullo Stretto

- L'Unione nazionale consumatori ha stilato la classifica delle città più care d'Italia: al primo posto c'è Milano seguita da Bolzano e Siena.

- Gli statunitensi anche nel primo trimestre del 2023 hanno aumentato l'indebitamento, di 148 miliardi di dollari. Hanno così superato per la prima volta nella storia (mutui, carte di credito, prestiti per auto, studenti e altro) la vetta dei 17mila miliardi di dollari totali. Primi timori su un'eventuale crisi delle medie banche, che manderebbe di colpo in crisi l'economia intera.

- Avviata la sperimentazione di un vaccino a mRNA universale contro l'influenza: non servirebbe un richiamo annuale.

- Si sposa due volte senza divorziare, ma il Comune se ne accorge e lo denuncia ai carabinieri. È accusato di bigamia un uomo di 52 anni, residente a Camerano (Ancona). Rischia fino a 5 anni di carcere.

- L'Inter batte il Milan anche nel match di ritorno ed è la prima finalista di Champions League: 1-0 con gol di Lautaro Martinez.

- Ancora calcio. Dall'anno prossimo potrebbe esserci una svolta clamorosa: una partita di Serie A in chiaro, ogni sabato sera, sulla Rai. La sfida sui diritti tv del campionato italiano è apertissima, la nuova tv pubblica "sovranista" ci pensa sul serio.

Buona giornata, su Today.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disastro alluvione, le nuove previsioni e le altre notizie da sapere per iniziare la giornata

Today è in caricamento