Sabato, 31 Luglio 2021

Camera, stipendi "senza senso": i commessi guadagnano come direttori di banca

La cosa sorprendente è che sono gli stipendi della base della piramide a essere altissimi. La busta paga degli oltre 170 «consiglieri parlamentari» ha in media lo stesso peso di quella di un primario ospedaliero

400mila euro ai commessi, 136mila all’elettricista. Alla Camera dei deputati "gli stipendi sono allineati verso l’alto", scrive il Corriere della Sera.

Leggendo le tabelle allegate al bilancio della Camera dei deputati, in questi giorni all’esame dall’Aula, la "piramide delle busta paga", la differenza tra chi guadagna di più e chi di meno, si schiaccia come nemmeno negli Stati Uniti del 1940.

La cosa sorprendente è che sono gli stipendi della base della piramide a essere altissimi. Un po' di numeri. Il segretario generale ha stipendio e responsabilità analoghe a quelle dell’amministratore delegato di una grande azienda. All'inizio ha uno stipendio di poco superiore ai 400 mila euro lordi l’anno.

La vera, grande, incomprensibile distanza delle retribuzioni dal mercato si ha nelle mansioni "base". Scrive il Corriere della Sera:

I centralinisti, gli elettricisti e pure il barbiere di Montecitorio, vengono assunti con uno stipendio che supera di poco i 30 mila euro lordi l’anno. Ma già dopo 10 anni la loro busta paga è quasi raddoppiata, superando quota 50 mila, e a fine carriera può arrivare a 136 mila euro l’anno. Tradotto: un elettricista, un centralinista e un barbiere della Camera, anche se a fine carriera, messi insieme guadagnano quanto il segretario generale, che è pur sempre a capo di 1.500 persone.

Se siete arrivati fin qui, e siete pronti a farvi venire il mal di pancia, proseguiamo con esempi sorprendenti. Gli oltre 400 assistenti parlamentari, cioè i commessi di Montecitorio, guadagnano in media come il direttore di una filiale di banca. E ancora:

La busta paga degli oltre 170 «consiglieri parlamentari» ha in media lo stesso peso di quella di un primario ospedaliero, ma a fine carriera supera i 350 mila euro l’anno. Mentre il primario ha la responsabilità di un reparto, i consiglieri si limitano a svolgere attività di studio e ricerca, o di assistenza giuridico legale e amministrativa.

La Camera, rispetto al Senato, almeno un merito ce l'ha. E non da poco. L’approvazione del bilancio arriva dopo che già alcuni mesi fa i dati sugli stipendi dei dipendenti erano stati resi pubblici sul sito internet. Di questa operazione trasparenza al Senato non v'è traccia.

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camera, stipendi "senza senso": i commessi guadagnano come direttori di banca

Today è in caricamento