Domenica, 1 Agosto 2021

Attentato al Bataclan: "Il progetto era noto da 5 anni, l'inchiesta fu archiviata"

Un giudice aveva già indagato tra il 2010 e il 2012 su un progetto di attentato contro il famoso locale. Non vennero però trovati elementi concreti, l'inchiesta era stata archiviata: lo rivela il settimanale Le Canard Enchainé

Il settimanale Le Canard Enchainé sostiene che l'attentato al Bataclan poteva essere previsto. Un giudice aveva già indagato tra il 2010 e il 2012 su un progetto di attentato contro  il famoso locale. 

Non vennero però trovati elementi concreti, l'inchiesta era stata archiviata il 14 settembre 2012, rivela l'edizione in edicola oggi del settimanale satirico, e quindi non era stato adottato alcun provvedimento per rafforzare la sicurezza della sala, dove il 13 novembre scorso vennero massacrate 89 persone.

Era il 22 febbraio del 2009, scrive Le Canard Enchainé, quando una bomba esplose nella capitale egiziano Il Cairo e uccids una studentessa francese. Un'altra francese, Dude Hoxha, viene arrestata ed estradata in Francia.

La giovane spiegò agli inquirenti francesi che uno dei suoi amici, Farouk Ben Abbes, aveva in progetto "di far esplodere il Bataclan, a Parigi". Farouk Ben Abbes venne incriminato e arrestato. Però due anni dopo l'inchiesta è stata chiusa. I proprietari del Bataclan, a quel che risulta al settimanale, non sarebbero neppure mai stati avvisati di quelle minacce.

Fonte: Le Canard Enchainé →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato al Bataclan: "Il progetto era noto da 5 anni, l'inchiesta fu archiviata"

Today è in caricamento