Venerdì, 7 Maggio 2021

La misteriosa strage di elefanti in Africa è (forse) colpa di un batterio

Nello Zimbabwe gli elefanti sono così sovraffollati che la loro vegetazione preferita è scomparsa e finiscono per mangiare qualsiasi cosa, comprese le piante velenose

Sarebbe una infezione batterica la causa della morte di 12 cuccioli di elefante, trovati morti vicino alla più grande riserva dello Zimbabwe. Lo hanno appurato le autorità africane dopo le analisi sulle carcasse scoperte alla fine della scorsa settimana nella foresta di Pandamasuwe tra il parco di Hwange, vicino al confine con il Botswana, e la città di Victoria Falls.

Le guardie forestali inizialmente temevano l'avvelenamento di questi giovani pachidermi, di età compresa tra due e sei anni, da parte dei bracconieri, ma le loro zanne erano intatte.

"Ho un rapporto che indica che si tratta di un'infezione batteriologica", ha detto all'Afp il portavoce dell'Autorità responsabile dei parchi nazionali, Tinashe Farawo. Questi animali erano troppo piccoli per raggiungere le foglie in cima agli alberi e presumibilmente ingerivano questi batteri mangiando piante velenose, ha spiegato.

Nello Zimbabwe vivono più di 84.000 elefanti e sono così sovraffollati che la loro vegetazione preferita è scomparsa e finiscono per mangiare qualsiasi cosa, comprese le piante velenose. Nella riserva di Hwange, che ospita tra i 45.000 i 53.000 elefanti su un 'area circa 14.600 km2, molti pachidermi sono morti di fame e sete negli ultimi anni.

Nel vicino Botswana, che ospita 130.000 elefanti in libertà, la popolazione più numerosa del mondo, le misteriose morti di oltre 300 pachidermi sono state attribuite a tossine naturali.

Fonte: askanews →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La misteriosa strage di elefanti in Africa è (forse) colpa di un batterio

Today è in caricamento