Giovedì, 24 Giugno 2021
Ignoto il movente, il killer ha risparmiato i bambini / Stati Uniti d'America

Uccide sei persone e poi si spara: strage alla festa di compleanno

Succede negli Usa, a Colorado Springs. Ad aprire il fuoco sarebbe stato il fidanzato di una delle donne tra le vittime. Il massacro pochi minuti dopo la mezzanotte di sabato, in un parcheggio di case mobili. Il sindaco: "Un atto di violenza insensato"

Strage a Colorado Springs, in Colorado. Sette persone sono morte durante una festa di compleanno in una casa privata. La polizia ha risposto a una chiamata intorno alle 12,18 locali, al loro arrivo gli agenti hanno trovato sei persone morte: un bambino rimasto gravemente ferito è stato portato in ospedale.

La strage di Colorado Springs

Ad aprire il fuoco sarebbe stato il fidanzato di una delle donne tra le vittime. Dopo aver sparato alla festa l'uomo si è suicidato. Il massacro pochi minuti dopo la mezzanotte di sabato, in un parcheggio di case mobili, il Canterbury Mobile Home Park. Il killer ha assaltato il camper dove era in corso la festa di compleanno (vari bambini presenti), prima ha sparato sui presenti, tra cui la sua fidanzata, e poi si è tolto la vita. Ignoto il movente. Il killer ha "risparmiato" i bambini, tutti illesi e affidati ad alcuni parenti.

Il sindaco: "Un atto di violenza insensato"

"Oggi ci troviamo a piangere la perdita di vite umane e a pregare solennemente per coloro che sono stati feriti e per coloro che hanno perso i familiari in un atto di violenza insensato", ha detto il sindaco di Colorado Springs John Suthers. "Le parole - ha detto il capo della polizia Vince Niski - non sono sufficienti per descrivere la tragedia avvenuta questa mattina. Come capo della polizia, come marito, come padre, come nonno, come membro di questa comunità, il mio cuore si spezza per le famiglie che hanno perso qualcuno che amano e per i bambini che hanno perso i loro genitori. Dagli agenti che hanno risposto alla sparatoria agli investigatori ancora sulla scena, siamo rimasti tutti incredibilmente scossi. Questo è qualcosa che speri non accada mai nella tua comunità, nel luogo che chiami casa".

Il sospetto killer viene descritto da chi lo conosceva bene come un uomo "tranquillo" e "serio": portava sempre con sé una pistola. E' la sparatoria di massa più grave in Colorado da quando un uomo armato ha ucciso 10 persone in un supermercato di Boulder il 22 marzo. Colorado Springs, mezzo milione scarso di abitanti, è la seconda città più grande dello Stato dopo Denver.

Fonte: The Gazette →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide sei persone e poi si spara: strage alla festa di compleanno

Today è in caricamento