Mercoledì, 23 Giugno 2021

"Pagare le strisce blu è ingiusto: così ho vinto il ricorso contro il Comune"

Una donna di Alessandria ha deciso di contestare due delle oltre trenta multe ricevute per non aver pagato la sosta. Il giudice di pace le ha dato ragione

Le strisce blu? Se nelle vicinanze non ci sono parcheggi gratuiti il ticket non va pagato. Come racconta La Stampa, Letizia Cuca, una donna di Alessandria, ha deciso di fare ricorso contro il Comune per una questione di principio, vincendolo.

Una trentina le multe ricevute per non aver pagato il ticket. Troppe. Le ultime due Letizia ha deciso di contestarle. La sentenza del giudice di pace Alessandria Cinzia Dettori, si basa sul principio sancito dall'articolo 7 comma 8 del Codice della strada: "Il Comune che gestisce aree di sosta a pagamento deve riservarne altre a titolo gratuito". 

Nel caso raccontato dalla Stampa, questo principio non è stato rispettato: 

"Mi sono sempre rifiutata di pagare le multe - racconta Letizia al quotidiano torinese - perché per legge il Comune che utilizza le strisce blu deve anche garantire una quota di strisce bianche, ma in quella zona i parcheggi sono solo a pagamento"

Per trovare dei parcheggi gratuiti, spiega infatti La Stampa, la donna avrebbe dovuto raggiungere "gli spalti di Alessandria, cioè la periferia". Niente multa dunque. Letizia ha vinto la sua 'battaglia' contro il Comune:

"I parenti e gli amici mi invitavano a desistere, perché rischiavo di pagare anche di più per via delle spese legali. Ricordo i commenti ironici dei vigili, convinti che non mi avrebbero mai dato ragione: si sbagliavano".

Fonte: La Stampa →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pagare le strisce blu è ingiusto: così ho vinto il ricorso contro il Comune"

Today è in caricamento