Martedì, 9 Marzo 2021

Nessuno affitta stanza a studentessa trans: la rete si mobilita per lei

Per una studentessa transessuale a Palermo la ricerca di una stanza da affittare è diventata una vera e propria impresa

"Discriminata perché transessuale". Così per una studentessa transessuale a Palermo la ricerca di una stanza da affittare è diventata una vera e propria impresa. A denunciare la vicenda su Facebook è Daniela Tomasino, ex presidente di Arcigay Palermo. "Una ragazza transessuale cerca una stanza a Palermo, da settembre, per venire a studiare all'università - scrive -. Ha ricevuto solo rifiuti, perché è una donna transessuale. Cosa che al telefono con i proprietari di casa non ha mai nascosto perché cerca un luogo sicuro, dove può stare a proprio agio, come è sacrosanto che sia".   

"Il più delle volte - racconta ancora Daniela Tomasino - le hanno detto esplicitamente che la ragione del rifiuto è legata al fatto che sia transessuale, altre hanno girato attorno alla vera ragione accampando scuse". L'ex presidente di Arcigay Palermo lancia quindi un appello per aiutare la ragazza a trovare una casa: "Vi chiedo se qualcuno dei miei contatti affitta stanze a studenti o studentesse, o se conosce qualcuno che lo fa".

Le risposte non sono mancate. "Nonostante le orrende discriminazioni è rincuorante saper di poter contare su una comunità solidale che si arricchisce ogni giorno di più di persone straordinarie. Negli ultimi anni la città è cambiata, ma non è diventata perfetta. Dobbiamo lavorarci ancora un po'".

Fonte: PalermoToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessuno affitta stanza a studentessa trans: la rete si mobilita per lei

Today è in caricamento