rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023

Basta sospensioni e note, chi si comporta male a scuola "va a zappare"

Basta sospensioni, chi non rispetta le regole avrà lavoro da fare all’aria aperta. Soddisfatti sia gli studenti sia i genitori. Succede in una scuola superiore di Milano

Non è una novità assoluta (l'anno scorso a Nuoro un episodio simile), ma stavolta non sono divampate le polemiche per la scelta del dirigente scolastico Domenico Balbi, dell'istituto Albe Steiner di Milano, di 'mandare a zappare' gli studenti indisciplinati. L'idea piace a tutti.

Basta sospensioni, chi non rispetta le regole avrà lavoro da fare all’aria aperta. Soddisfatti sia gli studenti sia i genitori. "Quando trovo i ragazzi a fumare all'interno della scuola o all'esterno, dovrei fargli una multa di 27 euro che, però, viene commutata in lavoro - diceo il preside - All'inizio i ragazzi accettavano divertiti, pensando che fossero ore di svago, ma questa percezione è durata poco. Rastrellano, raccolgono pietre, potano, abbattono gli alberi malati e trasportano manualmente gli scarti del verde, quindi ora hanno compreso il senso della fatica". 

Come racconta Skuola.net, gli studenti devono darsi da fare in un orto con pomodori e zucchine all'esterno dell'edificio scolastico, mentre nei giardini interni sono state create coltivazioni di camelie, rose, ortensie e agrumi. 

Ora si parla anche di far arrivare a scuola alcune galline di cui prendersi cura, e c'è un progetto comunale (in corso di valutazione) sull’apicoltura.  Un metodo concreto per capire il valore del lavoro e i propri errori, e dare una mano concreta per rendere più bello il posto in cui si passano varie ore al giorno.

Fonte: skuola.net →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basta sospensioni e note, chi si comporta male a scuola "va a zappare"

Today è in caricamento