Lunedì, 27 Settembre 2021

"Sono un mostro, voglio morire": il Belgio concede eutanasia a stupratore seriale

Trent’anni fa ha ucciso una diciannovenne e ha passato metà della sua vita in carcere. Così adesso Frank Van Den Bleeken potrà "mettere fine alle sue sofferenze"

Si chiama Frank Van Den Bleeken e in Belgio è conosciuto per essere uno stupratore: ha violentato e ucciso una ragazza di 19 anni nel porto di Anversa. Lei era la vittima più "fortunata" di una serie di donne aggredite e stuprate nei pressi dei quartieri a luci rosse, dove lavorava.

La sua è stata una vita complicata, con un'infanzia passata in un istituto per malattie mentali, dove anche lui subì una serie di abusi e violenze. Dagli anni '90 è stato condannato e sta scontando la sua pena in carcere ma da poco è stato accolto da un centro psichiatrico. Ha definito le sue "turbe" psicologiche molto "dolorose" e così quattro anni fa ha chiesto di poter morire.

La magistratura belga ha deciso da poco: gli concederà l'eutanasia e prima gli lascerà il tempo per poter salutare amici e parenti. E' il primo detenuto a patteggiare la pena di morte.

Fonte: La Stampa →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sono un mostro, voglio morire": il Belgio concede eutanasia a stupratore seriale

Today è in caricamento