Giovedì, 16 Settembre 2021

"Stuprata da un branco di cinque uomini" ma era consenziente: si vede nel selfie

Finito l'incubo di tre giovani accusati di stupro: una loro coetanea che si era concessa al sesso di gruppo, li aveva poi accusati di violenze. L'ha tradita un selfie che la ritraeva sorridente circondata dai ragazzi

Era cominciato lo scorso mercoledì 17 settembre l'incubo per un gruppo di ragazzi accusati di aver violentato "in branco" una giovane donna. Il caso aveva scosso tutta la Spagna e alla fine si è concluso con una condanna della ragazza a dieci mesi di carcere e al pagamento di una multa per procurato allarme e simulazione di reato.

Da lei infatti era partita la denuncia: violenza di gruppo durante la Feria de Málaga. Ma in realtà stava mentendo. La prova stava in un cellulare: le indagini della polizia hanno portato ad analizzare i telefoni e in uno di questi hanno trovato un selfie della giovane, rilassata e sorridente, circondata da quei ragazzi, accusati di violenza.

La foto era stata scattata alla stessa ora in cui, secondo la denuncia, sarebbe avvenuto lo stupro. Dopo pochi giorni la ragazza ha ammesso di aver inventato tutto: era terrorizzata dall'idea che potesse essere diffuso il video che uno dei ragazzi aveva registrato durante il sesso di gruppo.

Fonte: diariosur.es →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Stuprata da un branco di cinque uomini" ma era consenziente: si vede nel selfie

Today è in caricamento