Martedì, 28 Settembre 2021

Giocatore di football si suicida: "Mi danno troppi colpi in testa"

Shock negli Usa dopo la morte del giocatore di Ohio State, che ha lasciato un messaggio di scuse inquietante alla madre prima di spararsi

Si è ucciso con un colpo di pistola alla testa e prima di farlo ha inviato un inquietante sms di scuse alla mamma: "Mi dispiace ma questi colpi ricevuti mi hanno mandato in pappa il cervello". La morte di Kosta Karageorge, giocatore di football americano di Ohio State, è già un caso negli Usa.

Il suo suicidio rischia infatti di aprire un dibattito sulla pericolosità di questo sport. A causa delle botte ricevute negli scontri di gioco, infatti, Kosta aveva riportato diverse commozioni cerebrali e aveva spesso momenti di confusione.

Un dettaglio che ora, alla luce dei fatti, non sembra soltanto una coincidenza. Subito dopo la tragedia, la famiglia di Karageorge ha infatti attribuito la morte del giovane alle numerose botte subite in campo (almeno cinque commozioni cerebrali negli ultimi mesi), innescando numerose polemiche sulla pericolosità del football per i giocatori.

kosta2-2

Gallery

Fonte: Washington Post →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giocatore di football si suicida: "Mi danno troppi colpi in testa"

Today è in caricamento