rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022

Polizia, le "pantere" sono dei bidoni da rottamare: "Situazione insostenibile"

Un'inchiesta pubblicata nel weekend dal quotidiano Il Tempo ha rilevato come mentre politici vari possono godere del conforto di auto di lusso da centomila euro, ai poliziotti che devono inseguire i criminali vengono assegnati dei veri e propri bidoni

La triste realtà è sintetizzabile in poche parole: le "pantere" della polizia non corrono più. Per "pantera" si intende, come tutti sanno, l'automobile veloce in dotazione alla sezione Squadra volante della Polizia di Stato italiana.

Il problema è che veloci, le pantere, non lo sono più.

Un'inchiesta pubblicata nel weekend dal quotidiano Il Tempo ha rilevato come mentre politici vari possono godere del conforto di auto di lusso da centomila euro, ai poliziotti che devono inseguire i criminali vengono assegnati dei veri e propri bidoni.

Scrive Il Tempo:

I garage dei commissariati di Roma e provincia sono pieni di rottami, auto che sognano meritato riposo negli sfasciacarrozze. Motori che hanno dato il massimo, sempre a tutto gas, che non si sono mai fermati, che hanno macinato troppi chilometri e che alla prima curva rischiano di perdere una ruota o la marmitta. E che, come è naturale che sia, stanno un giorno sì e l’altro pure dal meccanico. Alcune auto si reggono letteralmente su con lo scotch, eppure gli agenti sono costretti a utilizzarle.

Molte "pantere" non hanno nemmeno la revisione, ma per ragioni di necessità sono ogni giorno sulle strade. La situazione è grave, molto grave, al punto che i commissariati ritenuti più fortunati sono quelli che riescono ad accaparrarsi un’auto confiscata con un’operazione antidroga. Ma succede raramente.

Roma: abolite le auto blu per gli assessori

I poliziotti a Roma si sono bene o male adeguati. Al commissariato San Basilio il commissario utilizza un’Alfa 156 "decrepita", che ha già tagliato l’onorevole traguardo dei 300mila chilometri. Non va meglio negli altri commissariati.

A Fiumicino una Marea è ferma in garage perché ha i fari rotti. Possibile che non si trovino 100 euro per un elettrauto? Oppure la Stilo del Tuscolano, messa all’angolo per la marmitta bucata. Il commissariato Prenestino se la passa decentemente. Può contare su una Mercedes Slk, una Bmw Touring e un suv, tutte sequestrate alla "mala". Ma c’è poco da gioire, basta guardare contachilometri e carrozzeria. Il commissariato dei record resta Romanina: su 3 auto a disposizione (due Alfa 159 e una Marea in prestito), le Alfa sono state "ricoverate".

Fonte: Il Tempo →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia, le "pantere" sono dei bidoni da rottamare: "Situazione insostenibile"

Today è in caricamento