Mercoledì, 12 Maggio 2021

Anche il Taser può uccidere

Da molti viene definita una "pistola non letale", ma dall'anno della sua introduzione il Taser avrebbe già fatto mille morti. Mercoledì parte la sperimentazione in Italia

Foto d'archivio

Da molti viene definita una "pistola non letale", ma a partire dal 2000, anno di introduzione del taser, sarebbero stati circa 1.000 i morti a causa di questo tipo di pistola. Molti studi medici hanno certificato che per persone con precedenti disturbi neurologici o cardiaci la pistola taser ha rischi mortali.

La stessa azienda produttrice americana è stata costretta ad ammettere che nello 0,25% dei casi c’è rischio di morte. Una percentuale allarmante. E che riguarda anche l'Italia: come annunciato dal ministro Salvini, mercolì partirà la sperimentazione del tase anche in dodici città della penisola. 

"Vari organismi internazionali – sottolinea Patrizio Gonnella, presidente di Antigone – hanno espresso pareri fortemente contrari all’uso del taser. Come la pratica di polizia ha dimostrato negli Stati Uniti, il taser non ha ridotto l’utilizzo delle armi da fuoco da parte delle forze dell’ordine ma è divenuto invece uno strumento alternativo principalmente alle manette, in particolare per immobilizzare persone in stato di agitazione e principalmente con disturbi psichiatrici". 

"Va ricordato – prosegue Gonnella – che la legge che introduce il taser è stata approvata nella precedente legislatura e che fin da allora avevamo espresso la nostra contrarietà. Infine, Taser è il nome di una multinazionale americana. Immaginiamo che questa operazione avrà costi significativi".

Fonte: Askanews →

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche il Taser può uccidere

Today è in caricamento