Sabato, 24 Luglio 2021

Danimarca, ecco la tassa sulla carne rossa

L'idea della Danimarca (che potrebbe esser presto imitata da altri Paesi) nasce dal fatto che l'allevamento dei bovini copre circa il 10% delle emissioni globali di gas serra, nonché il consumo di 43 mila litri di acqua per ogni chilogrammo di carne che arriva sulle nostre tavole, scrive il Telegraph

Carne rossa

La Danimarca pensa a una tassa sulla carne rossa per difendere l'ambiente. La proposta è stata formulata dal Consiglio etico del Paese scandinavo, che non ha dubbi: tagliare il consumo di questo alimento non può che fare bene, tanto all'ambiente quanto alla salute.

L'idea nasce dal fatto che l'allevamento dei bovini copre circa il 10% delle emissioni globali di gas serra, nonché il consumo di 43 mila litri di acqua per ogni chilogrammo di carne che arriva sulle nostre tavole, scrive il Telegraph.

In un comunicato stampa, il Consiglio spiega che non è sufficiente "contare sull'etica del singolo consumatore", perché il cambiamento climatico è una grande preoccupazione per la Danimarca e il Paese deve contribuire tutto al problema. Il nostro stile di vita è tutt'altro che sostenibile e se vogliamo arrivare al target stabilito dall'accordo di Parigi per mantenere l'aumento della temperatura globale al di sotto di 2° C è necessario agire rapidamente e prevedere delle misure anche per il cibo".

Secondo i media internazionali, la tassa inizialmente sarebbe solo sul manzo, da estendere poi a tutte le carni rosse in futuro.

Ci sarebbero anche altri paesi intenzionati a tassare la carne in futuro, per avere il duplice vantaggio di affrontare concretamente i cambiamenti climatici e migliorare concretamente la salute dei propri cittadini.

Fonte: The Telegraph →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danimarca, ecco la tassa sulla carne rossa

Today è in caricamento