Domenica, 19 Settembre 2021

Tassisti al lavoro solo se superano il test dell'odore. La replica: "E' razzismo"

I tassisti dell'aeroporto internazionale di San Diego devono superare anche il test dell'odore corporeo. Il loro sindacato però non ci sta e accusa le autorità dello scalo di razzismo e discriminazione, riferisce The Voice of San Diego

Oltre all'ispezione di freni, fari, assicurazione e condizioni dell'auto, i tassisti dell'aeroporto internazionale di San Diego devono superare anche il test dell'odore corporeo. Il loro sindacato però non ci sta e accusa le autorità dello scalo di razzismo e discriminazione, riferisce The Voice of San Diego.

Il 70% dei tassisti della città californiana proviene dall'Africa orientale, ha spiegato Sarah Saez, del sindacato United Taxi Workers of San Diego. "Sono persone adulte e formate, è il loro lavoro quindi non credo sia necessaria questa pratica umiliante per cui un ufficiale arriva, annusa e spunta una casella. È degradante e al limite del razzismo", ha dichiarato.

Secondo la regola, l'ispezione viene condotta dalle autorità aeroportuali. Se l'autista ottiene un voto negativo, gli viene chiesto di uscire dalla fila dei taxi pronti a trasportare clienti e di tornare quando l'odore sgradevole sarà stato "cancellato".

Il cosiddetto "test dell'odore" non vuole essere offensivo, ha commentato la portavoce dell'aeroporto, Rebecca Bloomfield. "Gli agenti del traffico che conducono questi controlli - ha detto - sono molti sensibili alle differenze culturali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassisti al lavoro solo se superano il test dell'odore. La replica: "E' razzismo"

Today è in caricamento