Domenica, 17 Ottobre 2021

Cara Tav, quanto ci costi?

Per il treno merci Torino-Lione sono già spesi 700 milioni. Ma il nostro Paese potrebbe arrivare a spendere fino a 15 miliardi di euro. Come? Lo spiega Maurizio Bongioanni sulla rivista Altreconomia

Più volte la Tav Torino-Lione è stata descritta come una "grande opera inutile". Una definizione data al movimento che si oppone da più di vent'anni alla sua costruzione, i famigerati Notav della Val Susa. Spesso definita "inevitabile", la linea è inserita all'interno di un più ampio progetto europeo per la realizzazione di nuove linee ferroviarie per implementare il trasporto merci su rotaria in Europa. In effetti i fondi per la costruzione dell'infrastruttura non arrivano solo dalle casse del Belpaese, ma anche dalla Francia e dall'Unione europea. Ma quanto costerà?

Lyon Turin Ferroviarie entro il 28 febbraio dovrà presentare la richiesta di finanziamento alla Commissione europea. Ma i suoi costi ancora adesso sono comunque stimati. Secondo l'analisi fatta da Maurizio Bongioanni sulla rivista Altreconomia i costi si aggirano intorno ai 26,6 miliardi di euro. A spiegarlo meglio sono gli studiosi vicini al movimento Notav che fanno parte di Presidio Europa, dato confermato dalla Corte dei conti francese.

Sembra però che comunque l'Italia a spendere di più: l'accordo sull'Alta velocità prevede infatti che sia il nostro Paese paghi il 57,9% percento dell'opera, la Francia il 41,1%. L'Unione europea invece ha detto di essere pronta a finanziare fino al 40% dell'opera, il che significa che potrebbe anche erogare un finanziamento di 0 euro. 

Fonte: Altreconomia →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cara Tav, quanto ci costi?

Today è in caricamento