Martedì, 22 Giugno 2021

Teo Luzi: chi è il nuovo comandante dei carabinieri

61 anni, sposato, con una figlia 26enne, attualmente è capo di stato maggiore e ha comandato la legione Lombardia

Teo Luzi è il nuovo comandante dell'Arma dei Carabinieri: prende il posto di Giovanni Nistri. 61 anni, sposato, con una figlia 26enne, Luzi attualmente è capo di stato maggiore e ha comandato la legione Lombardia. Il Corriere della Sera racconta oggi che è nato a Cattolica, in provincia di Rimini ed è laureato in Giurisprudenza a La Sapienza, con un master in Scienze Internazionali e Diplomatiche all’Università di Trieste e un Master in Scienze strategiche a Torino.

 Luzi ha avuto, per più di 18 anni, incarichi direttivi, soprattutto a Roma. Ma è stato anche comandante provinciale a Savona e a Palermo. Ama la storia e la strategia globale, ma quando è in casa non disdegna il bricolage, sempre con sottofondo di musica jazz, la sua passione. 

Repubblica aggiunge che Luzi è un “operativo” e nello stesso tempo un forte lettore di giornali e di libri. Conosce bene le tre città che per chi indaga nel malaffare italiano sono fondamentali: Palermo, Milano, Roma. Ma s’è occupato di risparmio per le spese militari e di diritto internazionale.

Luzi, sessantunenne, ha appena messo – lo scorso gennaio – la terza stella e l’ha appuntata da capo di Stato maggiore dell’Arma, quindi stando al fianco per due anni a chi andrà a sostituire, e cioè il generale Giovanni Nistri. Accento romagnolo che non ha perso, e sfumature romane che sono state acquisite nelle lunghe annate tra caserme, scuola e comando generale, Luzi non è di quelli che “se la tirano”.

Le esperienze dirette sul territorio non gli mancano:

Tra l’agosto del ’98 e il luglio del ’99, è in Bosnia-Erzegovina, con la Mus (Multination specialized unit, Unità multinazionale specializzata). A Palermo, da comandante provinciale nel 2008, dirige il gruppo che stronca un tentativo di riorganizzazione della cupola mafiosa: cento arresti, un’operazione imponente. La chiosa con grande semplicità: «Cosa nostra palermitana sta attraversando un periodo di crisi, ma non bisogna lasciarsi andare a facili trionfalismi, la sua capacità di rinascere è evidente».

Crea una caserma aperta al quartiere Zen, uno dei più difficili, e prova a far camminare l’idea – già consolidata – che il crimine si riesca a combattere meglio e con maggiore efficacia se si hanno buoni rapporti con il volontariato e con la “società civile”. A Milano arriva come comandante della Legione: è il 2016, Expo è finita, il sindaco è Beppe Sala e Luzi per due anni vede la metropoli in forte crescita, con investimenti importanti e una qualità della vita che si alza.

Nel 2018 è tornato a Roma con l'incarico di capo di Stato Maggiore. 

Fonte: →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teo Luzi: chi è il nuovo comandante dei carabinieri

Today è in caricamento