Sabato, 27 Febbraio 2021
Snodo decisivo

Come può essere la terza ondata in Italia

Ranieri Guerra, direttore generale aggiunto dell’Organizzazione mondiale della sanità e membro del Comitato tecnico scientifico di supporto al governo Conte: "Sarà un piccolo scalino o un nuovo dramma. Tutto dipenderà dalle feste di Natale"

Che cosa sappiamo oggi come oggi sulla possibile terza ondata? Ha senso parlarne mentre siamo ancora nei dintorni del picco della seconda ondata con 500, 600, 700 vittime Covid ogni singolo giorno? Risponde a questo e ad altri dubbi Ranieri Guerra, direttore generale aggiunto dell’Organizzazione mondiale della sanità e membro del Comitato tecnico scientifico di supporto al governo Conte.

Coronavirus: la terza ondata "dipende dal Natale"

"La terza ondata sarà un piccolo scalino o un nuovo dramma, un altro tsunami: dipende da noi” dice intervistato dal Fatto Quotidiano. "L’andamento epidemiologico di questo coronavirus è ciclico, sappiamo perfettamente come si comporterà".

Non è detto che il picco sia stato superato in questo momento in Italia. O almeno, non c'è ancora una discesa netta, quindi non si possono trarre conclusioni affrettate: "Il picco si ha quando la curva inizia a scendere in maniera sostenuta. Siamo ancora in decelerazione. Per fortuna sta calando la pressione su terapie intensive e reparti. Purtroppo per i decessi ci vuole più tempo. Ma i numeri danno ragione alle chiusure".

Che cosa succederà nel 2021? Dobbiamo "rassegnarci" a una terza ondata?. Tutto dipenderà - assicura il direttore generale aggiunto dell’Organizzazione mondiale della sanità -  "da quel che faremo durante le feste di Natale".

Il fatto è che coincideranno, calendario alla mano, il momento di netta discesa della curva epidemiologica nel nostro paese e l'appropinquarsi del Natale. 

Tra quindici, venti giorni avremo una sostanziosa diminuzione dei contagi. Le terapie intensive si svuoteranno e ci saranno molti meno ricoveri. Ma SarsCov2, appunto, è ciclico: la curva ritornerà a crescere, di poco o di tanto. Dobbiamo lavorare e impegnarci per far sì che sia di poco.

Covid: chi sta peggio in Europa in questo momento

Ranieri Guerra fa anche il punto su come stiano andando le cose all'estero, nel vecchio continente: "Svizzera, Olanda e Est europeo se la passano male. Chi ha preso mi- sure solide, più mirate come le nostre, o più generalizzate come la Francia, adesso sta meglio. Purtroppo a non agire tempestivamente man mano che le situazioni peggiorano tutti devono prendere misure".

Le misure prese in Italia stanno funzionando, ma la sfida più complessa inizia adesso. "Il periodo natalizio richiede misure ad hoc. Un nuovo Ferragosto? Non ce lo possiamo permettere”, così il premier Giuseppe Conte intervistato a Otto e mezzo su La7, parlando del nuovo dpcm di dicembre che regolerà, di fatto, le misure per le festività natalizie. Riguardo alla possibilità di cenoni a numero limitato, il presidente del Consiglio parla di raccomandazioni: “Uno stato libero e democratico non può entrare nelle case e dire quante persone siedono a tavolo – sottolinea – Ma feste, festini, veglioni vanno contenuti. Sarà un Natale diverso”. L’obiettivo dell’esecutivo, dice ancora il premier, è quello di “ridurre le occasioni di socialità ma consentire la tradizione a noi molto cara dei doni”. Sì quindi allo shopping al quale il governo cercherà di dare il via libera “dilatando” gli orari dei negozi.

Una terza ondata "sarebbe insostenibile per i nostri ospedali. In questo momento la pressione in tutta Italia sugli ospedali è terribile". A evidenziarlo è stato ieri Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza. "Do solo un dato per far capire la pressione sugli operatori: soltanto questo mese si sono contagiati in 27mila fra medici e infermieri: 900 al giorno. E' chiaro che, se continua, questa pressione non solo rende impossibile curare i pazienti, ma sguarnisce anche la prima linea, perché per quanto tu ti possa proteggere i pazienti li devi assistere, e spesso succede che abbassi la guardia". Insomma, guardia alta. Ora e soprattutto a dicembre.

Fonte: Il Fatto Quotidiano →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come può essere la terza ondata in Italia

Today è in caricamento