Mercoledì, 3 Marzo 2021

In chiesa con la tessera fedeltà: sacramenti ai bimbi solo con i bollini

La decisione del parroco di Lurate Caccivio (Como), don Angelo Fontana, di introdurre una tessera punti per poter fare la cresima ha fatto nascere tante polemiche

Foto da Facebook

Arriva la tessera a punti per fare la cresima: ed è polemica. Secondo il parroco "aiuta a verificare la fedeltà a Gesù". In pratica senza punti niente sacramenti. La decisione del parroco di Lurate Caccivio (Como), don Angelo Fontana, di introdurre una tessera punti per poter fare la cresima ha fatto nascere tante polemiche, prima sui gruppo Facebook locali, fino ad arrivare anche sui quotidiani nazionali.

Ma come si fa a completare la tessera? Raccogliere punti è semplice: basterà confessarsi, seguire la messa, partecipare al catechismo. "Questa tessera ti aiuta a verificare la tua fedeltà a Gesù - è la spiegazione sul foglio dove mettere i bolli - e a prendere con serietà tu con i tuoi genitori cammino di iniziazione cristiana che avete scelto di intraprendere in questo anno".

I bambini devono avere cura di portare con sè la tessera e di far apporre il timbro che ne attesti la presenza alla messa e al catechismo, ma si guadagnano punti anche con i ritiri e le confessioni. Per terminare la tessera, se si partecipa alla Messa in un'altra parrocchia bisogna chiedere un timbro al parroco di quella chiesa oppure portare alla catechista il foglio della celebrazione cui si è preso parte: "Se non ci sono i due terzi delle presenze, non sarà possibile accedere al cammino dell'anno successivo".

Alcuni genitori non gradiscono, ritenendo la tessera-punti fuori luogo in un ambiente come quello del catechismo, invece il parroco parla di un normale "invito alla partecipazione al cammino che porterà i ragazzi alla cresima". La polemica è servita.

Fonte: QuiComo →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In chiesa con la tessera fedeltà: sacramenti ai bimbi solo con i bollini

Today è in caricamento