Venerdì, 5 Marzo 2021

Coronavirus: i test rapidi a 22 euro (dai privati)

Si potranno fare senza prescrizione del medico nei laboratori che già fanno i sierologici: la Regione Lazio ha firmato l'autorizzazione il 18 settembre scorso

Arrivano i test antigenici per il coronavirus nei centri privati e costeranno al massimo 22 euro nel Lazio. Si potranno fare senza prescrizione del medico nei laboratori che già fanno i test sierologici: la Regione ha firmato l'autorizzazione il 18 settembre scorso ma finora mancavano le forniture di test con i valori fissati e non c'era chiarezza sui prezzi. Ora, spiega Repubblica Roma, è tutto risolto: 

È stata necessaria una riunione ieri mattina tra Regione e associazioni di categoria Aiop, Federlazio, Anisap e Unindustria, per sbloccare i problemi. Su tutti il reperimento del tampone: la Regione aveva previsto per i centri privati di rispettare i valori di affidabilità del test fissati in una sensibilità non inferiore al 80% e specificità non inferiore al 97%. Che adesso è stato tolto e fissato al 96% come in Veneto. Del resto i centri privati stavano riscontrando grosse difficoltà a reperire il prodotto con una affidabilità superiore al 97%.

«Non risulta che siano disponibili test per il rilevamento dell’antigene con entrambi i valori richiesti dalla Regione», scrive prima della riunione in una lettera il gruppo Artemisia, tra i principali a Roma. Il problema, secondo il centro medico, era che solo un fornitore coreano aveva i test con i valori indicati in precedenza dalla Regione. Questione risolta durante la riunone di ieri mattina: reperire il tampone con un valore di affidabilità al 96% non è un problema e da domani tutti i laboratori privati saranno in grado di fare test antigenici.

Dalla Asl spiegano che il calo dei valori non è un problema. «I test hanno un livello prestazionale leggermente meno performante ma rimane comunque un test di primo livello — spiega Enrico Di Rosa direttore di igiene e sanità pubblica presso la Asl Rm 1 — e va usato per fare uno screening su una persona che potrebbe avere il Covid. Il vantaggio è che aumenterà la capacità di farli. Il tampone molecolare pubblico rimane l’unico in grado di diagnosticare il Covid».

I problemi di affidabilità rimangono comunque ma almeno è un passo avanti. Purtroppo però alcuni possono ancora dare false positività. 

Fonte: Repubblica Roma →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: i test rapidi a 22 euro (dai privati)

Today è in caricamento