Venerdì, 17 Settembre 2021

Tinte per capelli cancerogene: c'è la sentenza

L'avvocato dell’azienda, Gianluca Moretta, commenta così: "Ci sarà il pieno rispetto di questa decisione ma siamo convinti che la sentenza sia sbagliata nelle fondamenta e sarà appellata quanto prima"

Un articolo del Tempo oggi ricostruisce un caso giudiziario molto particolare. "La tintura è cancerogena": così una nota marca di shampoo è stata condannata. L’azienda Wella, che è una mutinazionale, dovrà ora risarcire 46mila euro a un parrucchiere che aveva usato i suoi prodotti per molto tempo nel suo negozio. Infatti il 63enne parrucchiere si è ammalato di tumore per l'utilizzo prolungato di un prodotto, o almeno è questo quello che ha stabilito il tribunale di Bari: "Ci sono sostanze cancerogere".

L'avvocato dell’azienda, Gianluca Moretta, commenta così: "Ci sarà il pieno rispetto di questa decisione ma siamo convinti che la sentenza sia sbagliata nelle fondamenta e sarà appellata quanto prima". I magistrati civili hanno ritenuto corrette le ricostruzioni della parte lesa, secondo cui "le analisi tossicologiche sulle tinture Wella Kolleston", eseguite dall’istituto di medicina hanno evidenziato la "presenza di sostanze cancerogene e tossiche nei prodotti cosmetici Kolleston 1+1 e Creation color gel (entrambe tinture per capelli, ndr)".

"Benzene e toluene", questi nomi delle sostanze ritenute cancerogere da questa prima sentenza. Il Tempo scrive:

L’Agenzia per le sostanze tossiche e registro delle malattie, come riportato in consulenza dai periti del giudice, ritiene che il«benzene è irritante per la pelle, gli occhi e il tratto respiratorio; causa depressione del sistema nervoso centrale e aritmia nelle persone esposte per lungo termine. Esposizioni più lunghe possono causare anemia, alterazione del sistema immunitario e leucemia. Tale molecola non deve essere presente nei cosmetici». Il toluene, invece, risulta «nocivo per inalazione e per contatto con la pelle». Le sostanze, inoltre, «risultano da tempo limitate nei paesi della Comunità europea da specifiche normative di legge», in forza «delle accertate proprietà cancerogene nei confronti dell’uomo».

Fonte: Il Tempo →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tinte per capelli cancerogene: c'è la sentenza

Today è in caricamento