Muore a 6 anni di tumore, il commosso addio della polizia al bimbo che sognava di diventare un agente

"Era uno di noi. Riposa in pace, amato piccolo fratellino ed eroe": il cordoglio della polizia dopo la notizia della morte del piccolo Travis, che ha commosso l'Australia

Travis sognava un giorno di diventare un agente di polizia. La gioia vera si leggeva sul suo viso guardando le foto scattate il giorno in cui ha potuto incontrare veramente i suoi eroi, indossando il berretto come uno di loro. Ma Travis Heery purtroppo non ce l’ha fatta ed è morto a soli sei anni, stroncato da un tumore incurabile al cervello. E gli agenti che aveva incontrato lo hanno ricordato con un tributo, dedicato al loro “amato piccolo fratellino”. La storia di Travis ha commosso tutta l ‘Australia. 

Dopo aver saputo della terribile diagnosi di Travis, la polizia del Queensland aveva deciso di fargli passare una giornata insieme a loro lo scorso 3 luglio, tra poliziotti a cavallo, unità cinofile e tanti sorrisi. Gli stessi sorrisi che Travis aveva trovato qualche settimana prima, quando alcuni agenti di polizia erano andati a trovarlo e gli avevano permesso di guardare dentro la loro macchina. Da quell’incontro, ogni mattina Travis si svegliava dicendo alla mamma: “Da grande diventerò un poliziotto”. 

L'addio della polizia: "Riposa in pace, amato piccolo fratellino ed eroe"

“Travis era uno di noi, faceva parte della nostra comunità di fratelli e sorelle del Queensland Police Service”, ha detto la polizia dopo la morte del bambino. “Era il nostro eroe e più di tutto ci sentiamo onorati e privilegiati di poterlo chiamare il nostro piccolo fratellino. Riposa in pace Travis, amato piccolo fratellino ed eroe, nonostante le avversità hai vissuto con il più grande coraggio e onore”. 

A dicembre 2019 al bambino era stato diagnosticato un Glioma pontino intrinseco diffuso, un tumore situato nel ponte di Varolio del tronco encefalico, la porzione inferiore del cervello che lo collega con il midollo spinale. Viene diagnosticato quasi esclusivamente in età pediatrica, con una mortalità di circa il 90% dei casi entro due anni dalla diagnosi. Dalla diagnosi, il piccolo Travis si è sottoposto a circa trenta sedute di radiazioni, che inizialmente erano riuscite a ridurre il tumore, che però poco tempo fa è ritornato e non gli ha lasciato scampo. 

travis queensland police_censored-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonte: Daily Mail →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento