Lunedì, 14 Giugno 2021
La sfida costata cara / Stati Uniti d'America

Tredicenne finisce in terapia intensiva per una challenge su Tik Tok

La giovane Destini Crane ha riportato ustione di terzo grado su varie parti del corpo. Ha provato a dar fuoco a un'immagine sullo specchio dopo averla disegnata con la lacca per capelli

Foto di Pixabay

Da tempo in tv, quando si esegue qualche esperimento, si tiene a precisare “non fatelo a casa”. Accade invece il contrario sui social network. Una ragazzina di 13 anni di Portland, nell’Oregon, è in terapia intensiva da due settimane e ha gravi ustioni di terzo grado dopo aver replicato una bravata vista su un profilo TikTok molto seguito dai giovanissimi. La ‘sfida’ consisteva nel disegnare una figura su uno specchio con una bomboletta di lacca per capelli o con alcool e poi dargli fuoco. Qualcosa è andato storto perché si è incendiato tutto, anche la stessa Destini. Destini Crane ha riportato ustioni al collo e al braccio destro. È stata salvata dalla mamma che è accorsa sentendola gridare.

La donna era al piano inferiore e stava guardando la tv, quando ha sentito la figlia invocare il suo nome. La voce però era preoccupante, così è salita subito e l’ha trovata avvolta dalle fiamme. Nel bagno di casa, dove stava replicando l’esperimento, sono state trovate anche una candela, un accendino e una bottiglia di alcol denaturato. Da subito non hanno capito come potesse essersi propagato il fuoco, ma in un secondo momento hanno ritrovato il cellulare della ragazza ancora in modalità video attiva: stava registrando ancora il video.

Il salvataggio della madre 

La mamma ha portato la figlia fuori casa e ha cercato di toglierle la camicia che stava bruciando. Sono stati i vicini a chiamare il 911, assistendo alla scena e sentendo le urla delle due donne. Destini è stata subito portata in terapia intensiva, si trova ancora lì dopo giorni dall’incidente. Non ha ancora detto nulla su quanto successo, ma la ricostruzione – soprattutto dopo aver trovato il cellulare con la fotocamera ancora accesa – è stato chiaro. Un indizio a cui si sono aggiunti anche gli altri scoperti da una semplice analisi della cronologia delle ricerche. La speranza è che la ragazzina possa essere trasferita presto nel reparto ustioni e iniziare una ripresa che sarà necessariamente lenta, ma sempre con accanto la sua famiglia.

Nel frattempo la mamma e la sorella di Destini, Andrea, stanno raccontando quanto accaduto alla 13enne nella speranza di lanciare messaggi positivi, da un lato incoraggiare le altre famiglie ad essere più presenti e attenti a quanto fanno sui social network i minorenni e dall’altro i più giovani a non replicare gli esperimenti visti su internet. "Semplicemente non ero presente - ha detto Andrea Crane - quando mi mostrava i TikToks e quando mi mostrava cosa stava facendo, dicevo cose tipo 'Oh, sono impegnata' o, 'Sto facendo i compiti'. È davvero importante essere presenti con i figli e monitorarli". L'età minima per l’iscrizione a TikTok è di soli 13 anni, ma il social network tanto amato dai più giovani sta facendo discutere da tempo proprio per episodi del genere: per la facilità con la quale i ragazzini hanno accesso a contenuti considerati pericolosi se replicati.

Fonte: Daily Mail →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tredicenne finisce in terapia intensiva per una challenge su Tik Tok

Today è in caricamento