Lunedì, 27 Settembre 2021

Giulio Tremonti indagato per corruzione: "Tangente di due milioni da Finmeccanica"

Il Corriere della Sera riporta con dovizia di particolari tutta la vicenda

L'ex ministro Giulio Tremonti è indagato per corruzione dalla Procura di Milano: "Prese una tangente da Finmeccanica".

Secondo i pm ci sono dubbi su quei 2 milioni di consulenza al suo studio quando era ministro del Tesoro.

La Procura di Milano indaga per l’ipotesi di reato di corruzione oltre all’ex ministro Tremonti, uno dei suoi soci commercialisti di studio, Enrico Vitali; l’ex presidente di Finmeccanica Pierfrancesco Guarguaglini e Alessandro Pansa, l’ex direttore finanziario di Finmeccanica.

Il Corriere della Sera riporta con dovizia di particolari tutta la vicenda.

Se dovesse avere ragione l’inchiesta, sarebbe un raro caso di corruzione ministeriale la supposta tangente da 2,4 milioni di euro che, nel marzo 2009, il tributarista Giulio Tremonti, nelle sue funzioni di allora ministro dell’Economia nel quarto governo Berlusconi, avrebbe incassato da Finmeccanica (controllata dal Tesoro) in cambio dell’ammorbidimento della propria iniziale contrarietà al controverso e stratosferico acquisto per 3,4 miliardi di euro nel luglio 2008 della società statunitense «Drs» fornitrice del Pentagono.

Nei prossimi giorni Tremonti-Vitali-Guarguaglini-Pansa potranno presentare memorie o chiedere di essere ascoltati. Ma prima la natura ministeriale della presunta corruzione provocherà la trasmissione degli atti, entro 15 giorni e senza intanto svolgere alcun atto di indagine, al Tribunale dei ministri di Milano.

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giulio Tremonti indagato per corruzione: "Tangente di due milioni da Finmeccanica"

Today è in caricamento