La truffa del postamat: così prosciugano il conto

Due "nuovi" casi di truffa: così prosciugano il conto di chi vende qualcosa online

Foto di archivio Ansa

La chiamano truffa del postamat. Questa volta ad essere "imbrogliata" è stata una quarantenne di Martignacco, in provincia di Udine. La donna aveva messo in vendita un divano online ed era stata contattata poco dopo da un uomo residente in Lombardia interessato all'affare. L'acquirente le aveva quindi chiesto di recarsi in posta, al postamat di Majano, per svolgere le operazioni di accreditamento della cifra richiesta.

Attenzione alla truffa del postamat: come funziona

Peccato che l'uomo, invece di versare la somma, incassò 900 euro. Il tutto era accaduto a novembre dello scorso anno e, una volta capito l'imbroglio, la donna residente a Martignacco si era rivolta ai militari dell'Arma denunciando quanto accaduto. Nella mattinata di ieri i carabinieri di Majano, a conclusione dell'attività investigativa, hanno denunciato per truffa e violazione dalla misura cautelare un bresciano di 50 anni, operaio, già noto alle forze dell'ordine e sottoposto a sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno.

Altra truffa simile nelle scorse ore. Vittima, come nel caso descritto sopra, un venditore. Un 70enne di Ramiseto (Reggio Emilia) aveva pubblicato su un sito di annunci l’inserzione relativa alla vendita di una sega a nastro, prezzo 700 euro. Dopo essere stato contattato da un ipotetico acquirente, che per il pagamento ha scelto la modalità della ricarica attraverso il postamat, si è visto il conto prosciugato di ben 2.000 euro. L’operazione era infatti possibile solo attraverso il bancomat, inserendo un codice fornito dall’acquirente che altro non era che l’importo poi accreditato al truffatore. In contatto telefonico con l’acquirente, terminata l’operazione, anziché vedersi ricaricare il suo conto il malcapitato 70enne ha ottenuto una ricevuta dalla quale emergeva che con il suo bancomat aveva ricaricato, per 2.000 euro, una postepay. Il falso acquirente aveva chiuso nel frattempo la conversazione. L'uomo ha denunciato la truffa ai carabinieri, che poi hanno identificato il truffatore. 
 

Fonte: UdineToday →

Potrebbe interessarti

Più letti della settimana

Torna su
Today è in caricamento