Domenica, 9 Maggio 2021
Nuova Zelanda

Un terremoto di grado 8.1 ha generato uno tsunami

Massima allerta in Nuova Zelanda dove si attende l'impatto sulla costa delle onde di uno maremoto dopo che l'isola del Nord è stata colpita da un forte sisma

I funzionari della Protezione Civile della Nuova Zelanda hanno confermato che il terremoto di grado 7.2 che ha colpito l'isola del Nord alle 2.27, 105 km a est di Te Araroa, ha creato uno tsunami che potrebbe causare inondazioni costiere da Cape Runaway a Tolaga Bay. Lo specificano i media locali che hanno pubblicato le immagini delle evacuazioni. La Protezione civile ha invitato gli abitanti della costa a spostarsi immediatamente sulle alture più vicine e comunque lontano dalla costa. Le prime onde sono state rilevate a East Cape alle 3.15 circa locali.

Aggiornamento 21:24 - Un sisma di magnitudo 8.1 è stato registrato dall'Usgs statunitense a largo della Nuova Zelanda, a una profondità di 10 km. Si tratta di una località remota a 960 km da Tonga. Stamani un'altra forte scossa, di magnitudo 6.9, era stata registrata sempre al largo della Nuova Zelanda, a 180 chilometri a nord-est della città di Gisborne, facendo scattare un allarme tsunami. Il centro del Pacifico ha diramato una nuova allerta, stimando la possibilità che onde anomale fino a un metro possano raggiungere le lontane coste.

Fonte: RNZ.com →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un terremoto di grado 8.1 ha generato uno tsunami

Today è in caricamento