Martedì, 23 Luglio 2024

Credeva di essere malato: uccide il medico in ospedale e si toglie la vita

E' successo all'ospedale Region Cancer Clinic di Murmansk, in Russia, dove un 67enne, convinto che i medici gli avessero mentito sulle sue reali condizioni di salute, ha ucciso con un coltello l'oncologo che lo aveva visitato

Era sano come un pesce, ma l'ossessione per il cancro e la convinzione che i medici gli stessero nascondendo la verità, lo hanno spinto a commettere un brutale omicidio.

I fatti risalgono allo scorso 9 agosto, quando un uomo di 67 anni si presentato all'ospedale Region Cancer Clinic di Murmansk, in Russia, armato di coltello. L'uomo ha atteso l'arrivo di Igor Tyulenev, primario del reparto di oncologia che lo aveva visitato, per colpirlo con diverse pugnalate al cuore.

Come scrive il The Sun, il dottore ha cercato di reagire, ma è morto qualche minuto dopo l'aggressione. Nel filmato ripreso dalle telecamere di sicurezza si vede chiaramente la furia omicida del 67enne e la fuga di tutti i presenti, spaventati dalla brutalità dell'omicidio. L'assassino si è poi tolto la vita con lo stesso coltello. 

Fonte: The Sun →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Credeva di essere malato: uccide il medico in ospedale e si toglie la vita
Today è in caricamento