rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022

Uccide il pedofilo di sua figlia: condannato a 40 anni di carcere

Jay Maynor è stato condannato a 40 anni per aver ucciso nel 2014 Raymond Earl Brooks. L'uomo ha violentato per cinque anni la figlia

La sentenza, arrivata pochi giorni fa dopo i fatti accaduti nel 2014, ha suscitato non poche polemiche. Un uomo ha ucciso il pedofilo che ha abusato di sua figlia ed è stato condannato a 40 anni di carcere.

Jay Maynor, 43 anni, ha ammesso di aver sparato per uccidere Raymond Earl Brooks, 59 anni, dopo aver scoperto che aveva abusato sessualmente della figlia quando aveva solo 4 anni. La piccola considerava Brooks come un nonno: l'uomo aveva adottato la madre della bambina e i due avevano da sempre avuto rapporti molto stretti, ma nessuno avrebbe pensato che il nonno adottivo potesse essere un pedofilo.

Il 59enne, in sede di processo, ammise le sue colpe e fu condannato a una pena detentiva di 27 mesi. Per Jay Maynor, però, come riporta News.com, la pena era troppo irrisoria e ha deciso di farsi giustizia da solo uccidendo, sparandogli, lo stupratore della sua bambina.

La furia di Maynor fu tale che poco prima provò ad uccidere un altro uomo che somigliava all'aguzzino della figlia, che però fortunatamente rimase illeso. L'uomo è stato quindi accusato di omicidio del pedofilo e del tentato omicidio del presunto tale, così da essere condannato a 40 anni totali con l'accusa di omicidio volontario e tentato omicidio. La figlia Julia ha difeso il padre:

Il mio è un padre meraviglioso, il migliore. Ha solo cercato di proteggermi. Purtroppo per quanto mi riguarda ogni giorno rivivo quei momenti, la mattina fatico ad alzarmi dal letto. Ho provato una terapia ma non ha funzionato.


 

Fonte: News.com.au →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide il pedofilo di sua figlia: condannato a 40 anni di carcere

Today è in caricamento