Mercoledì, 28 Luglio 2021

Linciati dalla folla per una fake news su Whatsapp: due morti

Due uomini sono stati aggrediti e uccisi da 16 persone in India, perché ritenuti responsabili del rapimento di alcuni bambini. In realtà, la notizia dei bimbi 'rubati' si è rivelata una 'bufala'

Foto di repertorio

Morire per una fake news. Nell'era delle bufale online succede anche questo. A perdere la vita per colpa di una notizia falsa circolata su WhatsApp sono stati due uomini indiani, Nilotpal Das e Abijeet Nath, aggrediti ed uccisi da 16 persone in un villaggio dove si erano fermati per chiedere delle informazioni. 

Ma cosa ha provocato questa furia omicida? Da quanto riporta il tabloid britannico The Sun, a provocare l'isteria di massa sarebbe stata la notizia di alcuni rapimenti di bambini avvenuti negli ultimi mesi, circolata tra social e smartphone. Una notizia ritenuta falsa dalla polizia indiana, ma che già ha provocato la morte di sei persone, sempre ritenute responsabili di questi rapimenti, mai avvenuti. Gli agenti stanno ancora indagando per capire da dove siano partiti i falsi messaggi.

NINTCHDBPICT0004125510441-2

L'ultima aggressione

E' bastata la richiesta di qualche informazione di Nilotpal Das e Abijeet Nath per provocare la furia  degli abitanti Guwahati, una città nello Stato di Assam. In un filmato pubblicato in Rete, che non vi mostriamo a causa del contenuto violento, si sente anche la voce di uno dei due uomini che implora pietà, mentre è ormai sovrastato dalla folla omicida. 

NINTCHDBPICT000412551039-2

Nel frattempo lo  Stato di Assam ha annunciato di aver istituito una commissione speciale di controllo per contrastare questo tipo di bufale, mentre la polizia sta indagando sull'origine di questi ultimi messaggi diffusi su Whatsapp.

Fonte: The Sun →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Linciati dalla folla per una fake news su Whatsapp: due morti

Today è in caricamento