Mercoledì, 29 Settembre 2021

L'ultima cena con la famiglia, poche ore dopo il suicidio assistito in clinica

Il Mirror racconta la storia di Jeffrey Spector, un imprenditore britannico di 54 anni, malato di un tumore incurabile alla spina dorsale

Oggi il Mirror racconta la storia di Jeffrey Spector, un imprenditore britannico di 54 anni, malato di un tumore incurabile alla spina dorsale. Temendo di rimanere paralizzato dal collo in giù, Jeffrey ha scelto di morire in una clinica di Zurigo, ma non poteva andarsene senza lasciare un ricordo degno ai suoi cari. 

I suoi ultimi giorni sono stati ripresi da una troupe cinematografica, che produrrà un video ricordo per la moglie e le figlie. E poche ore prima di partire, Jeffrey ha deciso di concedersi un’ultima straziante cena con i familiari e gli amici. Solo sedici ore dopo, nella clinica svizzera Dignitas, si è dato la morte con una dose letale di veleno. 


"Me ne vado prima del  tempo, ma non ho paura", ha detto l'imprenditore. "I miei familiari non sono d'accordo con la mia scelta, ma lo faccio anche per il loro bene".

Fonte: Mirror →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultima cena con la famiglia, poche ore dopo il suicidio assistito in clinica

Today è in caricamento