Sabato, 6 Marzo 2021
La signora Maria / Massa-Carrara

La donna sopravvissuta all'epidemia di "spagnola" che ora si è vaccinata a 106 anni

La signora Maria, ospite in una Rsa della Lunigiana in Toscana, è nata nel 1914

Credit foto La Nazione

Gli operatori sanitari della Asl Toscana nord-ovest l'hanno vaccinata contro il coronavirus e lei ha raccontato di un'altra epidemia, quella della spagnola, che tra il 1918 e il 1920 uccise milioni di persone nel mondo. Maria, 106 anni, oggi ospite in una Rsa della Lunigiana in Toscana, a quell'epoca era già nata. La signora è infatti nata nel 1914, e a chi le ha iniettato il farmaco per metterla al riparo dal covid ha raccontato i suoi ricordi di quella terribile malattia di tanti anni fa. Maria, come racconta La Nazione, è sopravvissuta a due pandemie mondiali, è tra i 400 anziani che sono stati vaccinati nel secondo giorno di operazioni nelle Rsa del territorio nord-occidentale della regione e una dei due ultracentenari che hanno ricevuto il siero anti covid in Toscana. L'altra persona che ha superato il secolo di vita è della Lucchesia, lei della Lunigiana.

Maria è ospite della Rsa aziendale, una delle poche strutture che, nonostante l'ondata di contagi che ha investito anche quel territorio, è rimasta covid free. Fino a gennaio 2019 la donna viveva da sola a Grondola, frazione del comune di Pontremoli in provincia di Massa Carrara. Ora è in una struttura in cui gli operatori sono in questi giorni al lavoro per vaccinare tutti gli ospiti.

Il 31 dicembre nell'operazione sono state coinvolte undici strutture e nel giorno di Capodanno si prevede che saranno vaccinati altri 180 anziani che vivono nelle Rsa della zona.
 

Fonte: La Nazione →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La donna sopravvissuta all'epidemia di "spagnola" che ora si è vaccinata a 106 anni

Today è in caricamento