rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
La forza della scienza / Germania

"Qui presto faremo i vaccini anti cancro"

La coppia (anche nella vita) che ha fondato BioNTech. "A giugno abbiamo inoculato al primo paziente una dose che ha l'obiettivo di provocare una risposta immunitaria contro il melanoma", spiegano a Sette-Corriere della Sera

Özlem Türeci e Ug?ur Sahin sono due scienziati e ricercatori turco-tedeschi. Sono una coppia nel lavoro come nella vita. Dal 2008 sono a capo di BioNTech, la piccola compagnia tedesca di ricerca medica dove è stato compiuto il primo passo nella lotta al covid con l'annuncio, il 9 novembre del 2020, del vaccino sviluppato nei laboratori di Magonza, poi prodotto insieme a Pfizer ed efficace al 95% contro il Covid-19. Il settimanale Sette del Corriere della Sera è entrato nei laboratori BioNTech, dove 400 persone lavorano h24 per produrre milioni di dosi a settimana. Dosi di vaccino che hanno salvato e salveranno vite umane.

La coppia che ha fondato BioNTech: "Presto faremo i vaccini anti cancro"

Figli di immigrati turchi, i due scienziati si sono sposati nel 2002, dopo aver preso il dottorato con dissertazioni sul cancro e sul sistema immunitario e aver fondato anche una società per sviluppare nuovi trattamenti contro i tumori allo stomaco e all'esofago. "Assurti nell'arco di una notte allo status di pop star mondiali, Özlem Türeci e Ug?ur Sahin erano stati fin lì considerati dei simpatici visionari da un establishment medico che in gran parte guardava con scetticismo alle loro intuizioni e ricerche pionieristiche", scrive Paolo Valentino su Sette.

"Il salto del valore di mercato di BioNTech ha infatti messo Türeci e Sahin nella top ten dei tedeschi più ricchi, ma i profitti ricavati dal vaccino vengono soprattutto usati per nuovi investimenti o per cederlo a prezzi accessibili ai Paesi a basso reddito".

Gli studi nei loro laboratori non si sono mai fermati e ora l'obiettivo è quello di perfezionare la tecnologia RNA messaggero utilizzata per il vaccino Pfizer-BioNTech. Ma le "sfide" della scienza non finiscono mai. Ora i due scienziati lavorano alla produzione di vaccini anti cancro. "A giugno abbiamo inoculato al primo paziente una dose - raccontano - che ha l'obiettivo di provocare una risposta immunitaria contro il melanoma. È un brevetto interamente posseduto da BioNTech".

Non solo Covid: perché i vaccini a mRNA potrebbero essere una nuova arma contro il cancro e le infezioni virali

Fonte: Sette - Corriere della Sera →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Qui presto faremo i vaccini anti cancro"

Today è in caricamento