Giovedì, 25 Febbraio 2021
Il caso / Iran

L'ayatollah che mette in guardia dal vaccino Covid: "Rende gay"

In passato Tabrizian era stato bannato da Twitter. I media iraniani "ufficiali" l'hanno spesso aspramente criticato e il ministero della Salute iraniano aveva condannato nel gennaio scorso la pubblicazione di un video dove bruciava un libro

Secondo Peter Tatchell, un attivista lgbt e per i diritti umani, "l'Ayatollah Tabrizian combina l'ignoranza scientifica con un rozzo appello all'omofobia". Fanno discutere le affermazioni dell'Ayatollah Abbas Tabrizian: ha affermato che il vaccino anti-Covid può rendere le persone omosessuali.

"Il vaccino anti-Covid può rendere le persone omosessuali"

Le sconclusionate affermazioni arrivano dalla città santa di Qom. Tabrizian viene definito da ammiratori e seguaci "il padre della medicina islamica tradizionale". Resta in contatto con i suoi follower attraverso il canale Telegram, e proprio sul popolare social network di messaggistica ha dato spazio al messaggio omofobo. Ha 210 mila iscritti: "Non avvicinatevi a coloro che hanno ricevuto il vaccino Covid. Sono diventati omosessuali". 

In passato Tabrizian era stato bannato da Twitter. I media iraniani "ufficiali" hanno spesso aspramente criticato l'Ayatollah Abbas Tabrizian e il ministero della Salute iraniano aveva condannato nel gennaio scorso la pubblicazione di un video dove Tabrizian bruciava il libro Harrison – Principi di medicina interna, pubblicazione scientifica del 1950 diffusa ancora oggi in tutto l’Occidente con oltre 20 riedizioni. Secondo il religioso conteneva informazioni "oscene".

In Iran ci sono stati 1,4 milioni di casi di coronavirus, tuttavia la preoccupazione maggiore riguardo alle parole di Tabrizian è per l'attacco alla comunità Lgbt+. Negli ultimi 40 anni in Iran sono stati condannati a morte circa cinquemila omosessuali secondo alcune stime. "Come altri chierici del regime, anche Tabrizian usa tutte le carene legate alla sfera sessuale", dice al Jerusalem Post Sheina Vojoudi, una nota dissidente iraniana che ha dovuto abbandonare il Paese in seguito alla repressioni. «Questi religiosi soffrono di mancanza di conoscenza e umanità. Il suo obiettivo è diffondere sciocchezze e cercare di spaventare le persone affinché non vengano vaccinate. Tutto ciò mentre i leader del regime e altri funzionari hanno già ricevuto il vaccino Pfizer".

Fonte: Jerusalem Post →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ayatollah che mette in guardia dal vaccino Covid: "Rende gay"

Today è in caricamento