Lunedì, 8 Marzo 2021
La corsa

Vaccino, l’immunologo italiano: "Sono certo della sua sicurezza, ho vissuto mesi in laboratorio"

L'immunologo italiano Giacomo Gorini: "Insieme ai miei colleghi abbiamo lavorato in laboratorio giorno e notte, anche per un mese di fila. Non abbiamo riscontrato effetti collaterali gravi". Fauci corre: "Prime dosi forse tra 20 giorni"

l vaccino europeo è pronto, è efficace al 90% e arriveranno le prime dosi a gennaio in Italia. Il dosssier sul vaccino del trio AstraZeneca, Oxford e l’italiana Irbm giungerà a ore sui tavoli dell’Fda americana e dell’Ema, l’Agenzia europea del farmaco per ottenere il via libera alla commercializzazione. Gli organismi indipendenti devono avere ovviamente l'ultima parola.

Vaccino Covid: "Sono certo della sua sicurezza"

Intervistato da Repubblica, a metà conversazione, l'immunologo italiano Giacomo Gorini, nato a Rimini, si commuove. "Insieme ai miei colleghi abbiamo lavorato in laboratorio giorno e notte, anche per un mese di fila", racconta da Oxford. "Ho vissuto quasi per un anno in solitudine e chiesto sacrifici a famiglia ed amici. Ma ce l’abbiamo fatta: abbiamo un vaccino".

L'allievo del virologo Roberto Burioni, che ha studiato a Bologna, al San Raffaele di Milano e a Cambridge, da due anni lavora nel team dei 110 scienziati dello Jenner Institute dell’università di Oxford, dall’inglese Edward Jenner, il padre dell’immunizzazione e del vaccino anti-vaiolo.

Da marzo lavora anima e copro al vaccino anti-Covid: "Sì. Ma non lo dico per lamentarmi. Lo dico perché provo profonda ammirazione per ciò che ho visto in questi mesi a Oxford: dagli scienziati senior agli studenti di 23-24 anni, tutti hanno immesso nel progetto dedizione e attenzione spaventose. Non è facile: il nostro lavoro non è creativo, ma ripetitivo. Devi essere estremamente affidabile. E per me non è esistito altro".

"Efficace al 70 per cento, con punte del 90 per cento"

Secondo i test è efficace al 70%: "Ma avrà punte del 90% con una doppia somministrazione di mezza dose e una intera".

"Inoltre, genera una significativa risposta immunitaria, anche negli anziani".

Che cosa pensa Gollini delle parole di Andrea Crisanti, che ha espresso dubbi sulla sciurezza dei vaccini anti Covid? "Noi siamo tranquilli di aver un prodotto sicuro, non abbiamo riscontrato effetti collaterali gravi. La nostra università si preparava da anni a una malattia “x” di questo genere e a Oxford avevamo già una buona base di studi su Sars e Mers".

Fauci: "Vaccinazioni possono iniziare il 12 dicembre"

Già a dicembre intanto potrebbero cominciare le prime vaccinazioni contro il Covid, negli Stati Uniti ma anche in Italia. Lo dice in una intervista alla Stampa il virologo americano Anthony Fauci, consigliere sanitario della Casa Bianca. "La cavalleria sta arrivando. Le vaccinazioni contro il Covid - annuncia Fauci - potrebbero cominciare tra il 12 e il 15 dicembre negli Usa ma anche in Italia. Questo però dovrebbe spingerci ad adottare subito con maggior serietà le misure per frenare i contagi".

Sui vaccini in preparazione Fauci dice che "c'è ancora un po' di confusione sui dosaggi di AstraZeneca, quindi è prematuro giudicare. Pfizer invece ha chiesto l'autorizzazione d'emergenza e presto lo farà pure Moderna. Ci aspettiamo,anche se non è garantito, che a metà dicembre avremo le prime dosi disponibili, tra il 12 o il 15. Di sicuro negli Usa la distribuzione inizierà prima di fine anno". Secondo Fauci lo stesso sarà possibile in Europa e in Italia, "perché Moderna e Pfizer hanno firmato contratti anche con la Ue. La decisione finale spetta alle aziende e le autorità locali,ma la mia impressione è che siano pronte".

Fonte: La Repubblica →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino, l’immunologo italiano: "Sono certo della sua sicurezza, ho vissuto mesi in laboratorio"

Today è in caricamento