rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021

Tenta di far prostituire la fidanzata per 200 euro: "Mi servono per il videopoker"

Un 22enne ha trascinato per i capelli la propria compagna dentro un internet point dove ha cercato di «venderla» per avere i soldi da sperperare con le "macchinette"

Il gioco, oltre ad avergli mangiato quei pochi soldi che ancora gli restavano nelle tasche, lo ha portato a compiere un gesto inqualificabile. Giovanni C., 23 anni, nullafacente e ossessionato dalle macchinette “mangia soldi” si è recato presso l’abitazione della fidanzata, una 39enne originaria dello Sri Lanka, pretendendo cento euro da spendere al video-poker. Lei ha rifiutato.

A quel punto il giovane ha trascinato per i capelli la propria compagna dentro un internet point dove ha cercato di «venderla», offrendola a un attonito gruppo di persone per 200 euro. Quei 200 euro che gli servivano per la sua serata di divertimento alle macchinette. Nessuno ha accettato l'invito, l'uomo è uscito sempre trascinandosi la sventura compagna, fino a quando le sue urla hanno attirato l'attenzione di alcuni passanti che hanno chiamato i carabinieri. I militari giunti sul posto, hanno sentito le parti, ricostruendo una triste storie di violenza e sopraffazione. Le cose sono andate così:

Scrive Il Giornale:

Giovanni C. è un giovanotto di 22 anni, con poca voglia di lavorare e il vizietto delle slot machine. Vive di espedienti e negli ultimi tempi ha rimediato varie denunce per reati contro il patrimonio e truffa. Recentemente ha incontrato una donna di 39 anni originaria dello Sri Lanka, con cui ha iniziato una turbolenta convivenza. Fatta di soprusi e soprattutto di continue richieste di denaro. L'ultima domenica mattina, anche se tutto sommato modesta: un centinaio di euro da infilare, sotto forma di tante monetine sonanti, in qualche videopoker. La donna, che evidentemente di 100 euro deve avergliene passati parecchi ha finalmente deciso di chiudergli i rubinetti. Lui, imperturbabile si è rivolto anche alla sorella, rimediando un secondo netto rifiuto. Al che, lui lascia la casa sdegnato sbattendo la porta.

Scomesse e videopoker: un mondo "fuori legge"

Poi ha raggiunto la fidanzata. Milano Today racconta:

Il 22enne, che è stato più volte segnalato alle forze dell'ordine per truffa, ha di fatto sequestrato la donna. E da piazza Bande Nere la porta in un internet point dove cerca di vendere la donna ai presenti. "Se mi pagate potete avere questa donna", diceva. Poi, visto l'insuccesso del tentativo precedente, la riporta in Bande Nere, dove inizia a pestarla con calci e pugni. Solo in quel momento, dopo ore di sequestro, e di silenzio-assenso dei testimoni, finalmente alcuni passanti notano la scena e chiamano il 112. La donna è stata soccorsa anche dal 118, per lei, trasportata al Saan Carlo ci sono 15 giorni di prognosi

Perde 5000 euro: cliente distrugge i videopoker a colpi di ascia

Dopo aver ascoltato la storia, i Carabinieri non ci hanno pensato a lungo: per il giovane sono scattate le manette.

Fonte: MilanoToday →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di far prostituire la fidanzata per 200 euro: "Mi servono per il videopoker"

Today è in caricamento