Domenica, 28 Febbraio 2021

La Verità, Matteo Renzi e Maria Elena Boschi "donna quindi tr..."

Il quotidiano di Belpietro pubblica le carte dell'inchiesta sulla Fondazione Open e gli appunti del presidente Bianchi parlando di "commenti sessisti" dell'ex premier. Un renziano sostiene con Today.it che il senso di quelle frasi è stato male interpretato

La Verità pubblica oggi un articolo a firma di Giacomo Amadori in cui si riportano le carte dell'inchiesta sulla Fondazione Open tra le quali ci sono alcuni appunti dell'avvocato Alberto Bianchi che si riferiscono a una lunga conversazione avuta con Matteo Renzi che risale al 18 marzo 2019 e in cui si cita Maria Elena Boschi viene apostrofata con epiteti sessisti: "Su Meb insiste a dire che è brava, è "donna quindi-troia", perché in politica sta una volta alla settimana sistematicamente va alle presentazioni del suo libro (Renzi nel febbraio 2018 ha pubblicato Un'altra strada, ndr), si sistema in prima fila, piace ancora agli ultras renziani (ma fuori molto meno). Dovrebbe - dice - darsi una dimensione famigliare - moglie, fare un figlio - anche per migliorare decisamente sua immagine, ma la trova renitente anche a rivelare il suo rapporto con E. Mugnai (l'avvocato Enrico Mugnai, con cui l'ex ministra venne paparazzata insieme ad amici a Formentera, neIl'estate 2015, ndr), malgrado "tutti sappiano" (anch'io). E (ma soft, en passant), per chiudere alle voci soavi che continuano a correre sui rapporti di lei con lui".

Ma dalle parti di Renzi si spiega che la frase riportata da La Verità è stata misinterpretata: "Prima di tutto si mettono in bocca a Matteo Renzi quando lo stesso Bianchi le mette tra virgolette - dice un renziano della prima ora contattato da Today.it - e poi è evidente che Matteo stesse riferendo la vulgata sessista. Conoscendolo so che è così". E ancora: "“Donna-quindi-troia” non è ovviamente riferito a Meb, ma al luogo comune in politica. Tant’è che lo stesso Bianchi lo mette tra virgolette". L'articolo prosegue rivelando le intenzioni di Renzi in quel 2019 così difficile per la sua corrente:

Dunque, un anno e mezzo fa, Renzi sarebbe stato preoccupato di allontanare da sé i pettegolezzi sul legame con Maria Elena. La quale sembra aver accettato i consigli del fratello maggiore Matteo. Nel riassunto della «lunga conversazione» del 18 marzo 2019, alla voce «politica» si legge anche: «Per adesso (Renzi, ndr) sta alla finestra. Non si intesta alcuna corrente, ritiene di essere ancora "il più bravo" se si guarda intorno.

Dice che paradossalmente l'esito delle primarie, che ha visto sconfitta - dice - la linea di LL (Lotti, ndr) di avere una robusta minoranza per condizionare Zingaretti (Nicola, segretario del Pd, ndr), favorisce lo stand by. Coltiva i suoi rapporti internazionali, guadagna bene. Agnese (Landini, la moglie di Renzi, ndr) gli dice di non rientrare adesso perché prevale ancora il suo lato di Grande Antipatico (e ha ragione)».

EDIT 15 NOVEMBRE: Ieri sono arrivate le repliche di Bianchi e Renzi all'articolo pubblicato dalla Verità: "È l’ennesima strumentalizzazione di un mio appunto preso durante una chiacchierata molto più ampia — replica Bianchi —. La frase in questione non riporta né il mio pensiero meno che mai di Renzi. Boschi è una politica competente e in gamba. L’appunto è una mia sintesi di ciò che in politica troppi pensano quando etichettano le belle donne come facili. Sintetizzavo lo stereotipo e per questo uso le virgolette". Questa la risposta di Renzi: «Montatura vergognosa, quelle frasi non sono mie. Chi conosce il mio rapporto politico e personale con Maria Elena, mio braccio destro da anni, sa perfettamente la stima e l’amicizia che ci lega. Il basso gossip che abbiamo sempre dovuto subire e di cui le nostre famiglie portano per prime il peso è bieca volgarità che non ci tocca". 

Renzi indagato per la Fondazione Open

Fonte: La Verità →

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Verità, Matteo Renzi e Maria Elena Boschi "donna quindi tr..."

Today è in caricamento