Martedì, 21 Settembre 2021

Veronica Panarello: "Loris è sempre con me. L'unico rimorso? Aver tradito Davide"

La mamma di Santa Croce Camerina racconta la sua verità in una intervista esclusiva a Mattino 5: "Sogno spesso mio figlio. Il ricorso in Appello? Prima o poi mi crederanno"

Veronica Panarello

"Non sono una lucida assassina né una criminale, così come è scritto nella sentenza. Mi ha dato molto dispiacere, non dico fastidio ma mi ha procurato dolore essere dipinta per quello che non sono. Ho detto la verità e non sono stata creduta".

Veronica Panarello torna a parlare del delitto Loris in una intervista esclusiva rilasciata a Mattino 5. E questa volta la mamma di Santa Croce Camerina parla senza i filtri degli avvocati difensori. In prima persona. Ma non cambia di una virgola la sua versione dei fatti: "Io non ho ucciso mio figlio", dice Veronica. Ai magistrati "ho raccontato tutto e non mi credono. Ho fornito arma del delitto, complice e movente. E non sono stata creduta. Cos'altro devo e posso fare? Il giudice dice che potrei continuare ad uccidere. L'errore è proprio in quella parola… ‘continuare’. non posso continuare a fare una cosa che non ho fatto".

La Panarello non si scompone neppure quando l’intervistatore le ricorda le tante, troppe versioni fornite agli inquirenti.

"Io ho mentito una volta sola: quando ho parlato dell'incidente di mio figlio in casa. Avevo paura a raccontare la verità… avevo paura! Non era facile. Quando ho detto di avere accompagnato Loris a scuola ho detto quello che ricordavo in quel momento. Ne ero convinta: convintissima. Se potessi ritornare indietro? Dato che in quei primi momenti non ricordavo non avrei potuto fare diversamente da quello che ho fatto". 

L’unico rimorso? La presunta relazione (mai dimostrata però nei fatti) con il suocero: "Le confesso, oggi l'unica cosa che non farei è quella di tradire Davide", prosegue Veronica, "di avere una relazione con un'altra persona. Men che meno tradirlo con mio suocero Andrea. Così non avrei nulla da nascondere a mio marito. E poi, se avessi avuto il coraggio di parlargliene forse… no ne sono certa...lui mi avrebbe aiutata”.

Quanto al ricorso in Appello contro la condanna a 30 anni, la Panarello si dice "fiduciosa". "Un giorno o l'altro sono certa… mi crederanno. E farò di tutto per dimostrarlo fuori e dentro da qui". Le ultime parole sono per il figlioletto: "Lo sogno spesso e dormo sempre con una canottiera di Loris sotto il cuscino", confessa Veronica. "Loris è sempre con me". 
 

Fonte: Mattino Cinque →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veronica Panarello: "Loris è sempre con me. L'unico rimorso? Aver tradito Davide"

Today è in caricamento