rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021

Loris, pochi giorni dopo l'omicidio Veronica chiese al marito: "Ci facciamo un viaggio?"

Lo ha raccontato Davide Stival pochi giorni fa in una deposizione che entra a fare parte dell'inchiesta per omicidio e occultamento di cadavere in cui è imputata Veronica Panarello

Non erano passati che pochi giorni dalla morte del piccolo Loris Stival. Veronica Panarello andò dal marito Davide e gli chiese: "Ci facciamo un viaggio insieme?". Lo ha raccontato Davide Stival pochi giorni fa in una deposizione che entra a fare parte dell'inchiesta per omicidio e occultamento di cadavere in cui è imputata Veronica Panarello. In quei giorni di lutto il marito attribuì quella strane richiesta della moglie allo shock in cui si trovava. Ora vede tutto con altri cchi invece, e ricorda anche un'altra domanda che gli fece la moglie: "E se ci bloccano il conto corrente?". Oggi Stival, dopo le prime parziali ammissioni della moglie, ha pensato che quelle frasi dovessero essere comunicate agli inquirenti.

Pochi giorni fa Veronica Panarello, nella sua deposizione alla Procura di Ragusa, ha ricostruito la scena dell'incidente che, a suo dire, avrebbe causato la morte del figlio Loris. "Era in piedi, con il busto reclinato in avanti e la mani poggiate sul petto, ho pensato che avesse difficoltà a respirare per avere ingerito qualcosa che gli era andato di traverso". La Panarello avrebbe tentato di soccorrerlo "battendogli la schiena" e anche "cercando di mettergli una mano in bocca", ma "era serrata" e non riusciva ad aprirla. Il bimbo, "violaceo in viso", si accascia in posizione supina. Solo allora, secondo la deposizione, Veronica si è resa conto della fascetta che si era messo per giocare "la sera prima". 

Intanto è stata aggiornata al 3 dicembre l'udienza preliminare sul rinvio a giudizio della donna. Il marito, Davide Stival, e la suocera, Pina Aprile, si sono costituiti parte civile. Il loro avvocato spiega: "Vogliamo sapere la verità perchè c'è una ricostruzione in continuo divenire. Ed è comprensibile che è difficile accettare una realtà così forte". Il procuratore di Ragusa, Carmelo Petralia, spiega che non è cambiato pressochè nulla con le recenti dichiarazioni della Panarello: "Veronica Panarello ha modificato molte delle sue precedenti dichiarazioni. Ma posso dire che allo stato, questo cambio di versione non ci ha fatto in alcun modo modificare l'impostazione dell'accusa".

Fonte: Corriere di Ragusa →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Loris, pochi giorni dopo l'omicidio Veronica chiese al marito: "Ci facciamo un viaggio?"

Today è in caricamento