rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021

Veronique, travolta e uccisa dal treno: clamorosa svolta nelle indagini

La procura di Genova ora indaga per omicidio volontario. Veronique Garella, barista di 29 anni, era morta a settembre travolta da un treno sui binari a Cavi di Lavagna

C'è la svolta nelle indagini. Una lite per motivi di gelosia con la sua amica, forse per un ragazzo conteso. Ci potrebbe essere questo all'origine del decesso di Veronique Garella, la barista di Chiavari di 29 anni morta lo scorso settembre investita da un treno sui binari a Cavi di Lavagna. La procura di Genova indaga per omicidio volontario, secondo quanto riportato oggi da quotidiani locali e agenzie di stampa.

Veronique Garella morta a Cavi di Lavagna: ultime notizie

Dopo il rinvenimento del corpo erano state due le ipotesi prese in considerazione dagli inquirenti: un suicidio o una incidente dovuto all'incauto attraversamento dei binari. Gli agenti della squadra mobile di Genova però hanno ricostruito quanto successo un'ora prima della morte e hanno scoperto che la ragazza aveva trascorso la serata in un bar dove era arrivata insieme alla sua amica. Qui si erano unite ad altri amici. A notte fonda le due avevano iniziato a litigare, con ogni probabilità per questioni di gelosia. A riferire del litigio erano stati alcuni testimoni.

Alcune persone sono state interrogate per ore in gran segreto nelle scorse settimane negli uffici della Squadra Mobile. La prima ipotesi, quella che Veronique, di ritorno da una festa con gli amici, fosse finita sotto il treno per un tragico incidente, ora vacilla.

Fonte: Il Secolo XIX →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veronique, travolta e uccisa dal treno: clamorosa svolta nelle indagini

Today è in caricamento