rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024

Il videogame che uccide Salman Rushdie

Il videogioco sviluppato in Iran "mette in pratica" virtualmente la fatwa di Khomeini

Risale a 23 anni fa la fatwa, vera e propria condanna a morte, emessa dall'ayatollah Khomeini nei confronti dello scrittore Salman Rushdie, autore del libro "Versetti Satanici", giudicato blasfemo nei confronti dell'Islam da parte della guida politica e spirituale iraniana.
Oggi, come ci riporta il quotidiano britannico Guardian, lo scrittore è diventato l'involontario protagonista di un videogame che mira a perpetuare anche nelle nuove generazioni iraniane la condanna a morte nei suoi confronti.

"La vita stressante di Salman Rushdie e l'attuazione del suo verdetto" è il titolo del videogioco, sviluppato dall'Associazione islamica degli studenti, organizzazione giovanile finanziata dal governo iraniano.
Il direttore dell'Associazione, Ahmad Khalili, ha dichiarato all'agenzia di stampa Fars che la produzione del videogioco è già stata avviata.


Interpretando il nome del videogame, i giocatori dovrebbero attuare la condanna a morte emessa da Khomeini nei confronti di Rushdie.

Fonte: Guardian →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il videogame che uccide Salman Rushdie

Today è in caricamento